Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Progetto Clicca il Neo

Cosa facciamo

clicca il neoTra tutte le malattie cutanee, il melanoma rappresenta una delle cause principali di mortalità, con un'incidenza crescente di anno in anno.

In questo contesto, interventi di educazione e screening rappresentano uno strumento fondamentale di prevenzione e diagnosi precoce. Il Centro Studi GISED ha avviato a partire dal mese di luglio 2015 il progetto "Clicca il neo" basato su:



  1. possibilità di invio di immagini di lesioni pigmentarie;
  2. possibilità di ricevere una valutazione specialistica del rischio associato alle lesioni sottoposte a valutazione.


Esperienza pilota

Sulla base dei dati raccolta attraverso il servizio online, è stata condotta un'indagine retrospettiva, nel periodo luglio 2015 - gennaio 2016 per valutare la fattibilità di uno studio di validazione dello strumento. Durante questo periodo sono state inviate 302 immagini attraverso il servizio online: 256 di qualità sufficiente per una valutazione e 46 non valutabili per la loro bassa qualità. Di quelle valutabili: 207 (80,9%) sono state considerate come non a rischio, 38 (14,8%) come sospette e 11 (4,3%) come altamente sospette. Le lesioni sospette sono state così valutate: 4 come possibili carcinomi spinocellulari e 6 come possibili melanomi. Di queste ultime, tre lesioni sono state asportate presso l'Unità di Dermatologia dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII con diagnosi di melanoma sottile o in situ. Quanto osservato, tre melanomi su 256 lesioni valutabili, è assai superiore come frequenza a quella attesa sulla base di una distribuzione casuale delle lesioni.

I risultati della fase pilota sono stati pubblicati dalla rivista Recenti Progressi in Medicina:

Cazzaniga S, Castelli E, Di Landro A, et al. [Development of a teledermatology system for the melanoma diagnosis. The pilot experience of the project Clicca il neo]. Recenti Prog Med. 2016;107:440-3.


Studio di validazione

A partire da gennaio 2016 il Centro Studi GISED condurrà uno studio di validazione dello strumento Clicca il Neo. L'area geografica di riferimento per lo studio sarà rappresentata dalla provincia di Bergamo. Lo studio verrà condotto con il patrocinio dell'Azienda per la Tutela della Salute (ATS) di Bergamo, della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) di Bergamo, della Fondazione per la Ricerca Ospedale Maggiore (FROM) di Bergamo.

Alla base della fattibilità del progetto sono le seguenti osservazioni:

  1. l'uso della telemedicina (tecnologia per fornire assistenza a distanza) è rapidamente in crescita e può facilitare l'accesso per i pazienti, migliorare il rapporto medico-paziente, migliorare i risultati degli esiti sanitari e ridurre i costi;
  2. la pelle per sua stessa natura è di immediato accesso sia per il medico che per il paziente;
  3. è possibile utilizzare le nuove tecnologie (iPhone e smartphone) dotate di strumenti sempre più avanzati (fotocamere ad alta risoluzione, rapida connessione ai sistemi cloud, ecc.), per documentare le problematiche cutanee e, in particolare, l'insorgenza o sviluppo di neoformazioni sospette.

Le immagini verranno raccolte attraverso un apposito form online e tutti coloro che inviano immagini di lesioni pigmentarie sospette e risiedono nella provincia di Bergamo potranno partecipare allo studio di validazione che prevede una valutazione clinica diretta e gratuita dell'intera superficie cutanea da parte di uno specialista.
Si tratta di uno studio diagnostico prospettico nel quale il Centro Studi GISED si occuperà della preparazione del materiale educativo, sorveglianza e analisi dei dati. Le visite specialistiche si terranno presso la USC di Dermatologia della ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Obiettivo principale di questo studio sarà quello di dimostrare la validità e utilità di un sistema di tele-dermatologia - denominato come Clicca il Neo - per la diagnosi precoce del melanoma.


Studio clinico controllato

Parallelamente allo studio di validazione, il Centro Studi GISED condurrà uno studio clinico controllato e randomizzato cui la collaborazione dei dipendenti dell'ATS di Bergamo.

Tutti i dipendenti saranno invitati a partecipare e, dopo la prima visita di controllo, verranno assegnati casualmente a due gruppi in rapporto 1:1. Un gruppo sarà sottoposto a visite di controllo periodiche e l'altro invitato a utilizzare il sistema Clicca il neo per segnalare la comparsa di lesioni cutanee sospette.

Obiettivo principale sarà quello di dimostrare la validità e utilità del sistema Clicca il neo rispetto a visite di controllo periodiche nell'individuare e valutare lesioni cutanee di insorgenza recente, comprese lesioni precancerose e tumori cutanei melanoma e non melanoma.

Lo studio (sostenuto da un grant della Fondazione Credito Bergamasco) avrà una durata di due anni.


Torna ai progetti di ricerca


Aggiornato il 28 nov 2016  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email