Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Goya e la tinea favosa

Servizi online

I ragazzi che si arrampicano su un albero

» Torna alla Galleria

















I ragazzi che si arrampicano su un albero (Francisco Goya, 1746-1828)

Nella vasta produzione del pittore spagnolo Francisco José de Goya y Lucientes, noto come Francisco Goya, spiccano numerosi dipinti che prendono ispirazione dalla vita delle classi più povere della popolazione. Molti di questi fanno parte di una serie di 63 tele che il pittore dipinse come "cartoni di arazzo", cioè tele preparatorie per la produzione di successivi arazzi, dopo il 1774, prima per il re Carlo III e in seguito per il suo successore, Carlo IV di Spagna. Tali arazzi servivano per decorare le pareti delle stanze reali del Palazzo di San Lorenzo dell'Escorial e del palazzo di El Pardo.

Tutti i "cartoni", in gran parte conservati al Museo del Prado a Madrid, sono stati suddivisi in varie serie sulla base della loro collocazione o sulla base dei temi raffigurati: esistono diverse suddivisioni, in 4, 5 o 7 serie. Goya rappresentava scene di vita quotidiana, scene di caccia, danze popolari e altro, secondo i desideri dei reali a cui erano destinati.

In uno di questi, denominato "
Ragazzi che si arrampicano su un albero", dipinto tra il 1791 e il 1792, si può vedere un ragazzino inginocchiato che offre la propria schiena per aiutare un suo amico a salire su un albero, mentre un altro lo sostiene con la mano: forse i ragazzi vogliono cogliere frutta o rubare un nido.

Il ragazzino in basso presenta sul capo una tipica alopecia derivante probabilmente da una infezione fungina. Si potrebbe trattare di
tinea favosa, il ragazzo infatti presenta delle aree circolari di colore grigio nella regione parietale-occipitale sinistra: sono gli scutuli o dischi favici, costituiti da un intreccio di ife di Tricophyton schoenlinii. Inoltre sopra queste aree si può osservare una regione più chiara data proprio dalla pelle della testa, come conseguenza della alopecia.

La tinea favosa è presente anche oggi nelle zone rurali e tra le persone che vivono in condizioni di scarsa igiene personale.


Aggiornato il 02 ago 2017  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email