Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Follicolite

Servizi online

Follicolite

follicoliteLa follicolite è una infiammazione della porzione superiore del follicolo pilifero, caratterizzata dalla presenza di una papula, una pustola, un'erosione o una crosta a livello dell'infundibolo pilifero; il coinvolgimento può estendersi più in profondità a tutta la lunghezza del follicolo.

Terapie in uso

Ci possono essere diverse forme di follicolite, da Staphylococcus aureus, eosinofinola, decalvante, da Pitirosporum, per le quali esistono terapie diverse: es. esposizione agli UV, steroidi, isotretinoina, chetoconazolo.

Terapie in studio



Buonasera gentile Dottore o Dottoressa, sono una ragazza di ... anni e le scrivo per esporle un problema che mi affligge da ben tre anni. Inizierei col dire che sono un soggetto con una pelle mista un po’ su tutto il corpo ma in determinati periodi dell'anno a causa dello stress o di altri oscuri motivi sono particolarmente soggetta a dermatiti, acne, e rossori un po’ ovunque. Ma il motivo per il quale sono qui a scrivere è ben più grave. L'estate del 2009 ho avuto una grave follicolite sulle gambe (dalla caviglia fino al ginocchio) dovuta all'acqua del mare probabilmente sporca e alla depilazione con il rasoio. L'ho curata con ... antibiotici. L'infiammazione è passata ma sono rimaste sulle gambe delle orribili macchie marroni antiestetiche che compaiono in modo più evidente l'estate causandomi una forte depressione e vietandomi l'uso di vestitini e altro. Ho provato di tutto per farle andare via...creme...bicarbonato ma nulla.. Ho cambiato metodo di depilazione sostituendo il rasoio con il silk-epil e con la crema depilatoria ma nulla... i peli crescono sottopelle e poi sono costretta a "spremerli". Mi hanno parlato di una pomata a base di acido glicolico che schiarisce le macchie e aloe vera ma io non so veramente cosa fare... è un problema che mi fa veramente soffrire. Vorrei sapere da lei se esiste qualche rimedio farmacologico o naturale e se le macchie potranno sparire o sono costretta a tenermi le gambe rovinate? Spero vivamente in una sua risposta e che lei possa aiutarmi. La ringrazio anticipatamente di vero cuore! Saluti

Le follicoliti delle gambe sono in aumento nella giovane e sono favorite dalle depilazioni per cui è utile ridurre il numero delle stesse, in qualsiasi modo si proceda alle stesse. Dovrebbe poi smettere di spremere il micropelo che rimane in profondità, come dice alla fine del suo scritto, perché è questo che le favorisce la comparsa di esiti cicatriziali e pigmentari multipli. Cerchi di mettercela tutta e non si tocchi più! Vedrà che il quadro migliorerà spontaneamente. Dott.ssa Anna Di Landro Bg - CentroStudi Gised

 

Gentilissimi dottori, prima di questa estate sulle mie gambe é comparsa per la prima volta la follicolite. Sono andata dal mio dermatologo e per togliere l'infiammazione mi ha prescritto il ... Clean Gel (a base di Perossido di Benzoile). Devo dire che adesso i follicoli non sono più infiammati e solo ogni tanto mi compare un brufoletto. Ora però sulle mie gambe sono rimaste cicatrici e macchie scure che non si come curare, anche perché il mio dermatologo, riprenderà a visitare solo a novembre. Ci tengo a precisare che il ... (a base di Perossido di Benzoile) non lo uso già da un bel po' di tempo!!! Grazie

Dipende molto dalle caratteristiche delle lesioni, talvolta passano spontaneamente talaltra si può tentare con il laser. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Gent.li Dottori, ho ... anni e ho contratto l'HIV nel ... , per il quale mi curo da ... anni. Detto questo, da circa un anno mi è stata diagnosticata una dermatite eosinofila per la quale la migliore terapia sarebbe quella cortisonica. Il problema nasce dal fatto che non posso assumere cortisone a vita in quanto immunosoppressore. Quindi ho tentato svariate terapie prescrittemi da dermatologi ma senza risultati. Attualmente prendo ... 250 (compresse  a base di  terbinafina cloridrato) e ... (compresse a base di Azitromicina biidrato) tre giorni settimanali ma anche tale terapia ha scarsi risultati. Vi chiedo se conoscete una terapia alternativa a quella cortisonica che debelli questa follicolite.

Durante la terapia specifica (HAART) per la HIv+ ci dovrebbe essere un miglioramento anche di questa patologia, cosa che a quanto dice in lei non è successo. Non è detto che la terapia steroidea sia poi la terapia risolutiva, perchè la stessa rimane ancora problematica; buoni risultati sono stati riportati anche con la Fototerapia, gli antibiotici orali e gli antiistaminici come Cetirizina e astemizolo, il dapsone e l'isotretinoina. E' comunque importante che lei sia seguito da un Centro dermatologico competente per le varie decisioni terapeutiche. Dott.ssa Anna Di Landro Bg - CentroStudiGised

 

Salve! Sono una ragazza di ... anni. Sono quattro anni che soffro di follicolite sulle gambe. Mi sono rivolta a diversi dermatologi che mi hanno consigliato creme antibiotiche ma non hanno portato risultati. La follicolite è comparsa sulla mia pelle dopo molte depilazioni con cerette. Da novembre ho iniziato un percorso con la luce pulsata e con creme specifiche. Noto dei miglioramenti ma i cosiddetti "puntini rossi" non vanno via. Vorrei sapere se la strada che ho scelto sia quella giusta e se la mia pelle torni pulita. Vi ringrazio. Cordiali Saluti

Le depilazioni ripetute favoriscono la comparsa delle follicoliti alle gambe; importante è sospendere questa pratica per un lungo periodo, soprattutto la depilazione con cerette, sia a caldo che fredde, e con la depilazione in profondità, che non permettono più al pelo di uscire dallo sbocco follicolare, presente sulla superficie cutanea, per cui parte l'infiammazione e la follicolite. La depilazione con luce pulsata potrà lentamente aiutarti a migliorare il problema estetico dei "puntini rossi" residui, ove puoi applicare anche una crema emolliente un pò consistente, non fluida. Dott.ssa Anna Di Landro Bergamo - CentroStudiGised

 

Salve dottore, sono un ragazzo di ... anni (studente di medicina). E' da circa 5 anni che soffro di quella che mi è stata diagnosticata come follicolite cronica del cuoio capelluto. Tutti i dermatologi che ho consultato mi hanno sempre prescritto cure antibiotiche, le quali, non hanno avuto nessun effetto se non temporaneo (scomparsa per un mese). Il mio fisico dopo 5 anni di suddette cure si è molto debilitato. Ultimamente mi è stato detto che molto probabilmente non guarirò mai. Sono caduto per questo in una profonda depressione. Vorrei solo sapere con sincerità se questa è la verità. Vi ringrazio immensamente di una vostra eventuale risposta.

Gentile corrispondente, ti hanno fatto qualche diagnosi specifica? Ci possono essere varie forme di follicolite, oltre a quelle da stafilococco, (eosinofila, decalvante, da Pitirosporum) per le quali si possono tentare terapie diverse. L'esposizione agli UV può servire nella forma batterica, l'uso dello steroide nella follicolite eosinofila, l'isotretinoina nella variante cheloidea, il chetoconazolo se da pitirosporum. Spesso comunque hanno un andamento cronico. Cordiali saluti. Anna Di Landro - CentroStudiGISED

 

Egregi dottori, ho ... anni, bruna con carnagione chiara. La peluria che ricopre le mia gambe dal ginocchio alla caviglia, e solo in questa zona, è particolarmente folta. Il pelo è robusto. Per un lungo periodo ho usato la ceretta (presso centri estetici) per depilarmi. 6 anni fa i peli hanno iniziato a crescere sotto pelle. Sottovalutando il problema non me ne sono preoccupata. Due anni fa, non riuscendo con la ceretta ad avere le gambe completamente "pulite" (i cicli di ricrescita dei peli erano divenuti due) e credendo che la causa della crescita sottocutanea fosse la ceretta ho deciso di passare all'epilazione con epilatore. Adesso i peli che nascono sotto pelle sono diminuiti, ma resta il fatto che nel tirarli fuori (alcuni lunghi anche 2-3 cm) sono costretta a "strizzare" quella sorta di "brufolo" che si crea. E pur con tutte le delicate attenzioni, la pelle resta ovviamente macchiata (d'altro canto lasciando il pelo sotto, la pelle risulta comunque "macchiata" perchè il pelo crea un alone nero). Potete aiutarmi? Cordialità

E' un problema in aumento nella donna per un "abuso" di depilazione; deve cercare di non depilarsi più per un certo periodo, perchè il pelo non riesce ad uscire dall'ostio follicolare e si"incarnisce" per le rasature frequenti. E' meglio usare trattamenti più superficiali di quelli usati fino ad oggi da lei. Dove si forma il foruncoletto tenga messa una crema antibiotica per qualche settimana. Cordialità, Dott.ssa Anna di Landro - GISED

 

Salve, sono capitato su questo sito in quanto sto cercando informazioni su una strana forma di pustole che da qualche mese mi compare sulle gambe. Ho ... anni, pratico sport e per cui sono fuori (per età) dalla tipica acne giovanile, in volto infatti sono anni che non compaiono più i brufoli adolescenziali... purtroppo però, come dicevo, da qualche mese sulle gambe (sulla parte anteriore soprattutto) compaiono dei strani brufoli: rossi, i più grossi hanno (a volte) anche del sebo... la cosa strana è che prima della fine di dicembre (2003) non ne avevo e mi pare strano anche che la zona interessata sia soprattutto quella degli arti inferiori (cosce) e qualche volta anche il basso addome... al tatto il rigonfiamento è leggermente duro... non so che altro aggiungere.. se avete delle idee, dei rimedi e potete rispondermi ve ne sarò grato. Saluti

Da quanto descrivi, potrebbe trattarsi di una Follicolite. Ti sporchi di olii le cosce lavorando? perchè nella variante da Idrocarburi gli olii favoriscono l'insorgenza delle stesse. Utile una buona crema antibiotica per periodi protratti senza premere o toccare le lesioni. Cordialità, Dott.ssa A. Di Landro - GISED

 

Buongiorno! Ho un problema che ormai da anni mi trascino e che mi provoca diversi disagi. La pelle dei miei arti inferiori è cosparsa di "puntini rossi" alla base del pelo; alcuni contengono il pelo che a volte rimane imprigionato, altri sembrano sostituire il pelo perchè in effetti di peli ne ho molto pochi. Al tatto risulta ruvida. E' spesso secca nonostante ogni giorno la cospargo di crema; non e' affatto omogenea di colore e di consistenza. Questo tipo di pelle aggiunta a qualche venina e un po' di cellulite...insomma esteticamente ne risente molto. Andai qualche anno fa da un dermatologo ma disse: "non spenda soldi inutilmente, è un tipo di pelle e non c'è soluzione". E' così...non posso apportare nessun miglioramento? Grazie

Da quanto scrivi sembra trattarsi di una Cheratosis Pilaris, effettivamente non risolvibile, ma solo "migliorabile" con emollienti. In genere la stessa tende anche a migliorare d'estate con la fotoesposizione e peggiorare d'inverno. Non depilarti spesso, evita cerette e strappi in profondità, perchè altrimenti il pelo più si imprigiona. Cordialità, Dott.ssa Anna Di landro - GISED

 

Salve sono ... poco più di un mese fà mi si presentavano dei piccoli brufoli su più parti del corpo (braccia gambe), dopo qualche giorno se ne sono presentati 2 veramente grandi (come 100 lire) e strapieni di pus uno vicino alla rotula della gamba e uno sulla pancia, facevano veramente male. Sono andato al pronto soccorso e un dermatologo senza farmi gli esami del sangue mi ha diagnosticato una follicolite e la probabile causa una puntura di insetto. Mi ha prescritto queste medicine: ... Finita la cura di circa 2 settimane le infezioni sono sparite, rimasero solo degli arrossamenti e qualche crosticina. A distanza di altre due settimane e questa volta senza preavviso (brufoletti) mi è riapparso un megabrufolo sulla schiena addirittura più grande dei precedenti ed uno medio sulla gamba, ho riacquistato subito gli antibiotici e la pomata, ora i 2 brufoli fanno ancora un pò male, uno stà già espellendo il pus mentre l'altro è ancora sottopelle, me ne stanno venendo anche alcuni piccolini sulle gambe, oggi è il terzo antibiotico..... che posso fare..... continuo la cura?Grazie

Quelli che descrivi di maggiori dimensioni sono veri e propri foruncoli, che possono avere un andamento così imprevedibile, e che in genere si trattano con periodi prolungati di terapia antibiotica. Meglio non assumere cortisone e non applicare cortisone locale ma una crema antibiotica pura. Al prossimo foruncolo fatti fare il tampone da pus per vedere che germe è responsabile e a che antibiotico risponde meglio. Negli esami del sangue in genere non si trova niente. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Salve, sono una ragazza di ... anni. Anni fa ho provato varie volte a radermi pancia e glutei con rasoio. Da allora i glutei presentano dei puntini, simili a punti neri...(non so se si tratti di peli incarnati), antiestetici e la pelle, non so se dovuto a questi puntini, è ruvida al tatto. Vorrei sapere se c'è un modo per eliminarli e per rendere liscia la pelle. E inoltre vorrei sapere il trattamento indicato per la depilazione di questa zona e la zona perianale; un trattamento che non dia problemi e non faccia male alla salute (nel senso che non provochi follicoliti ecc.). Grazie dell'attenzione.

Quello che descrivi sembra essere una keratosis pilaris, e cioè una ipertrofia dell'ostio follicolare, del punto dove il micropelo sbuca sulla pelle, ed è di origine congenita; in genere si accentua d'inverno e migliora d'estate con la fotoesposizione. Usa crema idratanti con olii essenziali che mitigano il problema, ma non lo risolvono! Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Egregio Dottore, ho ... anni e quasi da sempre ho sulla parte esterna delle braccia una costante "pelle d'oca", al tatto ruvida quasi dei peli incarnati... è possibile risolvere ed avere una pelle liscia. Ho provato anche con gli scrub ma diventa rossa e poco più...grazie per il Suo tempo. Cordiali saluti.

Quello che descrivi è inquadrabile come una Cheratosis Pilaris, legata ad una ipertrofia dell'ostio follicolare, cioè del punto dove il pelo sbuca sulla pelle, e che dà l'aspetto a buccia d'arancia. Il problema non è risolvibile, ma solo migliorabile con creme emollienti e con l'esposizione al sole.In genere si associa ad Atopia, sia cutanea, soffri di dermatite atopica?, o mucosa, soffri di asma, raffreddore allergico, congiuntivite allergica? Dott.ssa A. Di Landro - GISED

 

Salve spett. dottori sono un ragazzo di ... anni e ho un grave a mio giudizio problema con la rasatura. Da alcuni anni mi sono comparsi nella zona sotto il mento alcuni brufoli che si generano per un incarnazione del pelo, questi aumentano e si infiammano ogni volta che faccio la barba. Mi è stata diagnosticata una follicolite e ho utilizzato varie creme antibatterica (principalmente) che non hanno portato a nessun risultato se non ad alleviare il rossore derivante dall'infiammazione che purtroppo si ripete sempre e non sta scomparendo definitivamente. Ormai ho provato vari tipi di rasatura dal rasoio elettrico ai vari tipi di rasoi manuali che si trovano sul mercato ora sto utilizzando una crema da barba da applicare con il pennello per massaggiare meglio la pelle e il rasoio a 3 lame e poi applico una crema dopobarba senza alcol e oltre a questo applico due volte al giorno una crema antibatterica. Vorrei sapere se questo problema si può risolvere definitivamente e se ci sono metodi migliori per rasarmi? Se devo rasarmi spesso o meno spesso? Se c'è qualche crema o altra medicina specifica per il problema che per quanto qualcuno mi ha detto potrebbe potare a delle cicatrici permanenti? Ringrazio anticipatamente per una vostra eventuale risposta e porgo i miei più cordiali saluti

La prima cosa da farsi è interrompere le rasature o ridurle nel tempo drasticamente, in quanto è la rasatura frequente, non il modo di eseguirla, che favorisce che il pelo non riesca ad uscire dall'ostio follicolare e si incarnisce. Senz'altro poi è utile applicare un antibiotico topico per prevenire le follicoliti ma ad un certo punto, dopo 25-30 gg circa, nelle fasi di miglioramento, sospenderlo e applicare un blando antiinfiammatorio, ..., da usarsi come dopobarba. Non ti scoraggiare, perchè è un problema frequente e non abbiamo una terapia risolutiva! Cordialità, Dott.ssa A. Di Landro - GISED

 

Ciao mi chiamo ... ho ormai da tanto tempo problemi di pelle sugli arti inferiori. Sono andata da vari dermatologi ma nessuno è riuscito a darmi una cura per farmi sparire questi brufoletti molto antipatici che si formano con i peli incarniti, che brutti d'estate è una tragedia.... mi hanno diagnosticato la pelle cheratosica uso tre tipi di creme... l'altra adesso mi sfugge, comunque fatto sta che non ho ancora risolto nulla. L'unica soluzione che vedo possibile è l'epilazione, ma quanti soldi ci vogliono? e poi sono sicura che risolvo? aiuto

Il tuo problema, che sta diventando frequente, potrebbe dipendere da un abuso di trattamenti depilatori, per cui smetti per un po' gli stessi. Se vuoi consultare un buon dermatologo che fa epilazione fallo pure, ma anche questa non è la manna, perchè può dare problemi ed è costosa. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Buongiorno, mia figlia di ... anni e mezzo, ha da almeno 2 anni, dei puntini sotto cute, solo sul viso, come dei granelli di sale, che ogni tanto escono come fosse il follicolo di un micropelo con l'aspetto appunto di un granello di sale bianco. A volte le guance hanno un aspetto rosso come da sbalzo di temperatura. Leggendo e guardando le foto in internet mi pare una keratosis pilaris. Posso fare qualcosa per migliorare la situazione. Io per ora mi limito a metterle una crema idratante la sera prima di andare a letto. La ringrazio moltissimo.

La cheratosi pilaris è frequente nei bambini che soffrono di atopia (dermatite atopica, asma, rinite allergica) o hanno fattori ereditari per queste patologie. Migliora d'estate con la fotoesposizione e peggiora d'inverno; è considerata solo un disturbo estetico ma non una vera e propria malattia. Nelle fasi di peggioramento usi dei blandi antiinfiammatori, creme all'ossido di Zinco, ecc., e creme idratanti agli acidi linoleici, da usarsi più di una volta al giorno. Negli anni il problema tende a migliorare. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Complimenti per il sito e per i servizi offerti alla comunità, approfitto della vostra preparazione per esporre di problemi dermatologici che mi affliggono da un pò di tempo. Sono un ragazzo di ... anni e principalmente ho due questioni da presentarvi: 1) Rossore ai testicoli glande e prepuzio. Da un pò di mesi sto lottando con un persistente rossore nella zona genitale e del glande che nel periodo invernale si è particolarmente accentuato. L' unico sintomo è il rossore e un leggero prurito ai testicoli, nessun gonfiore o disfunzioni sessuali, creme idratanti e un' attenta pulizia giornaliera sembrano non apportare considerevoli vantaggi. Ho provato anche con una crema al betametasone per vedere se il problema era di origine allergico ma nulla da fare. Il mometasone furoato monoidrato sembra migliorare un pò la situazione ma dopo poco il problema ricompare, spero che voi mi possiate illuminare sull' argomento. 2) Eruzioni cutanee sui glutei. Questo è un problema che mi accompagna da un po' di anni, rappresentato da delle eruzioni cutanee localizzate solo nella zona dei glutei che si presentano come brufoli e che una volta guariti lasciano una chiazzetta rossastra nella zona localizzata. Potete immaginare il fastidio estetico che può dare e all'imbarazzo con nuove partner. Ipotizzando che la causa sia di natura alimentare ho cominciato a seguire una dieta mediterranea aumentando il consumo di verdure e formaggi e diminuendo il consumo di carne suina e fritture varie. Le eruzioni cutanee sono diminuite anche se non completamente, vorrei avere qualche altro consiglio alimentare a riguardo e vorrei sapere se c'è un modo per far sparire i punti rossi causati dalle cicatrici lasciate dalle eruzioni cutanee. Distinti saluti e grazie per la vostra collaborazione

Per il secondo problema, si tratta di follicoliti, tipiche della pelle giovane anche in questa sede, che non sono strettamente associati a fattori alimentari, ma a fattori ambientali, di occlusione, sudorazione, ecc. Evita fibre sintetiche e preferisci il cotone e usa un topico antibiotico (a base eritromicina o clindamicina) per periodi protratti (30-40 gg) che ti riduce il problema, col tempo anche gli esiti eritematosi. Per quanto riguarda il primo la tua descrizione è un pò vaga e bisognerebbe proprio vederti per meglio inquadrare il problema, per cui è utile che ti rivolga ad uno specialista. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Salve sono ... volevo chiederle un consiglio su una cosa che mi è accaduta ieri. Ieri sera avevo deciso di depilarmi le ascelle usando il prodotto ... (una crema depilatoria), il problema è che il prodotto (tenuto per otto minuti) mi è andato anche tutt'intorno ai peli sulla pelle; successivamente ho risciacquato il tutto ma ora ho un bruciore veramente molto forte ed è tutto molto rosso intorno alla ridotta zona depilata. Per favore mi potrebbe consigliare un prodotto da applicare per ridurre il bruciore e l'irritazione? La ringrazio molto, cordiali saluti.

Non possiamo fare nomi commerciali, ma un buon topico cortisonico ti aiuterà senz'altro a far regredire la reazione, di tipo allergico! Attenzione all'uso di creme, perchè ti si può ripetere! Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Buon giorno Dottore, sono una ragazza di ... anni e mi chiamo .... Da cinque anni soffro di follicolite alle gambe. Sono diventate brutte: puntini rossi (anche lontano dalla depilazione); peli sottopelle. Mi depilo con il ... considerato che non mi posso rasare nè usare la ceretta visto che in passato mi ha fatto emergere una vena e rotto capillari; il laser è troppo costoso. Esistono creme specifiche, ora? Qualche anno fà in un centro specializzato non mi seppero aiutare. Grazie!

La follicolite delle gambe è considerata una complicazione da continue rasature, in qualsiasi metodo si eseguano, per cui devi cercare di depilarti molto raramente e meglio con metodi più superficiali, come le creme depilatorie, che se non ti irritano puoi usare, non è vero che dilatino le vene!, o un rasoio da donna più "superficiale", no il ..., che strappando dalla radice il pelo favorisce la follicolite. Lo so che è difficile, ma prova a non farlo per un pò e migliorerai! Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Gentile dottore, vorrei avere informazioni sui vari tipi di laser esistenti ed in particolare sul laser "alessandrite" consigliatomi preferenzialmente rispetto ad altri, dato che sul viso ho pelle chiara e peli scuri. Nei vostri centri la praticate? E' possibile essere agevolati da sovvenzioni statali con la ASL?

Sì, il laser alessandrite è uno dei più indicati per l'epilazione, ma sono trattamenti che non si effettuano nell'ambito del servizio sanitario, in quanto rientrano nell'"estetica". Quindi rivolgiti ad una persona con esperienza nel campo, perchè non è tutto facile anche con queste tecniche, e ci possono essere complicazioni, oltre agli alti costi. Per la peluria del viso oggi abbiamo a disposizione una crema, a base di eflornitina, che se applicata costantemente evita la crescita degli stessi. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Ormai da troppi anni ho problemi di pelle secca; ho provato, dietro consiglio del dermatologo, diverse creme specifiche senza risultati. Il vero problema riguarda gli arti inferiori, poichè a causa della forte disidratazione ho i peli incarniti. Premetto che mi depilo con la ceretta. Potete aiutarmi? Grazie.

Riduci le depilazioni ed esegui rasature più superficiali! perchè continuare a strappare il pelo dalla profondità favorisce il problema. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Gentili Colleghi, sono un medico di ... anni, robusto (per usare un eufemismo), con un problema da diverso tempo: nell'interno coscia mi compaiono spesso dei "foruncoloni", singoli o in numero massimo di due-tre, che circa 10 anni fa vennero diagnosticati come follicolite e per cui mi venne fornita una terapia con eritromicina gel ed un antibiotico per os di cui non ricordo il nome, ma sicuramente uno dei più vecchi già allora. La cura fu da me interrotta arbitrariamente, per incomprensione delle disposizioni del dermatologo, il quale quando mi rivide mi spiegò che per eradicare questo tipo di infezione avrei dovuto praticare l'antibiotico per os, con opportune variazioni dei dosaggi, per un tempo piuttosto lungo, e dal momento che avevo interrotto non potevo ricominciare. Per qualche mese ho avuto beneficio comunque dalla terapia, poi il problema si è ripresentato, e si ripresenta ciclicamente (preciso che non pratico depilazione) Quando le dimensioni di questi foruncoli sono contenute il fastidio si riduce al minimo, raramente però raggiungono dimensioni cospicue provocandomi molto fastidio nel camminare. Spesso poi, in queste condizioni, si rompono provocando inizialmente fuoruscita di pus sanguinolento accompagnato poi da parecchio sangue vivo. La manifestazione è sempre stata questa, fino a stamattina quando dopo la fuoruscita del pus è venuto fuori molto più sangue del solito, richiedendo l'applicazione di una medicazione. Comincio a preoccuparmi, voi che dite? Grazie

Il suo è un problema piuttosto frequente, qualche volta favorito dal diabete. Senz'altro è utile che lei applichi una crema antibiotica per un periodo protratto, anche 2 mesi, e più volte al dì, a base di eritromicina cr, clindamicina cr, o acido fusidico; anche l'elioterapia può avere dei benefici. Se il foruncolo non è frequentissimo, può evitare l'antibiotico per os, eventualmente esegua un tampone del pus per identificare il germe e l'antibiotico più specifico. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Gentili dottori, sono un ... con un problema che mi porto dietro da parecchio tempo: quando mi rado mi accade che la pelle, in particolar modo quella della gola, si irriti sotto l'azione della lametta. Talvolta accade anche che si aprano piccole ferite con lieve fuoriuscita di sangue. Subito dopo la rasatura e per un pò di tempo sento un pò di bruciore che poi si attenua fino a scomparire, ma la cosa più fastidiosa é che mi restano molto visibili chiazze o punti rossi lungo tutto l'arco della gola. A questo arrossamento segue sempre la formazione di bollicine di pus bianco (scusate il linguaggio poco tecnico). Ho provato diversi balsami dopobarba e anche un prodotto specifico acquistato in farmacia, ma la situazione non é cambiata di molto. Sospetto che si possa trattare di una forma di allergia al ferro della lametta, ma non ne sono certo. Vi sarei grato se poteste aiutarmi, magari consigliandomi anche qualche prodotto o trattamento che ritenete opportuno. Vi ringrazio molto per l'attenzione.

Il suo è un problema piuttosto frequente, e spesso anche cambiando metodo di rasatura, rasoio elettrico, ecc., il problema persiste; e questo dipende da un'estrema sensibilità della pelle che per la sola azione meccanica del rasoio si irrita. Cerchi di evitare dopobarba profumati ed alcoolici, che tendono a peggiorare il problema, riduca il numero delle rasature ed applichi dopo la rasatura una crema antiinfiammatoria, con acido glicirretico; nei periodi in cui si accentuano le micropustole applichi un antibiotico topico, a base o di eritromicina, preferisca la formulazione in crema e non il gel o la lozione, o di clindamicina, in latte, per 20-25 gg. Purtroppo, comunque, non le si può garantire che il problema cesserà completamente. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Salve, sono un ragazzo di ... anni, giusto ieri ho fatto, per la prima volta nella mia vita, un trattamento di depilazione (ceretta) su petto e addome presso un centro specializzato; oggi, cioè il giorno dopo il trattamento, mi sono comparsi sul petto dei brufoli. Al centro mi avevano avvisato di questa eventualità e mi avevano anche rassicurato sul fatto che i brufoli dovrebbero sparire entro 1-2 giorni; mi chiedevo però se le informazioni datemi sono realmente affidabili o devo aspettarmi una durata del problema maggiore e se posso fare qualcosa eliminarlo. Grazie

Considerala una complicazione, si tratta di infezioni della radice del pelo, ostiofollicoliti, applica una crema antibiotica per un certo periodo ed evita di fare ulteriori cerette. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Gentile Dottore, sono una ragazza di ... anni e da quando sono molto piccola ho un problema di pelle più che altro estetico: dalla caviglia al ginocchio presento un derma secco. ruvido, che a fatica si esfolia e che appare come "a puntini rossastri" o "a scagliette ". Non mi fa prurito, ma è antiestetico e brutto a vedersi. Ho provato con peeling e creme varie, ma servono a poco. Mio nonno inoltre soffriva di una malattia della pelle che gli procurava scaglie in tutto il corpo che si staccavano continuamente. Il resto dell'epidermide è solo un po' secca. Che cos'è? C'è una cura? Grazie.

Premettendo che sarebbe sempre meglio vedere il quadro clinico, possiamo ipotizzare che il tuo problema rientri in una Cheratosi pilare, legata ad una ipertrofia del punto in cui il pello sfocia sualla pelle, ma che è considerato solo un problema estetico, non una malattia e praticamente non è trattabile. Senz'altro migliora con creme emollienti e con la fototerapia, quindi prendi pure sole! Non possiamo dire se è correlabile con la malattia di tuo nonno, che non sai specificare. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Salve, sono una ragazza che vorrebbe togliersi la peluria sulla pancia e schiena ma non so se usare la crema depilatoria poichè non so se quest'ultima faccia male alla pelle: le varie creme depilatorie sono nocive per la pelle? Possono essere usate anche su parti del corpo delicate? Grazie mille per l'attenzione!

Le creme depilatorie in genere sono ben sopportate, e non ci sono differenze tra l'applicazione in una sede o un'altra. Solo persone con problemi di eczema possono risultare allergiche e quindi non possono usarle. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Gent.mo Dottore, vorrei chiederle un parere medico rispetto alle tecniche di epilazione laser variamente pubblicizzate dai centri estetici. Innanzi tutto, a livello medico, l'impiego del nell'epilazione è dannoso? Non mi pare possa essere reale che si intacchi solamente il bulbo pilifero... Esistono centri medici dermatologici che si occupano di queste tecniche con professionalità? Grazie mille e buon lavoro

Senz'altro ormai l'epilazione laser è una tecnica standardizzata e diffusa a livello mondiale; ovviamente ci possono essere effetti collaterali e controindicazioni, ma se eseguita da persona con esperienza, e ci sono diversi dermatologi che la praticano, è anche piuttosto sicura. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro

 

Buongiorno dottore, sono un ragazzo di ... anni, avendo un problemino di peluria leggera sugli zigomi sono andato in un centro estetico autorizzato per farmela epilare con il laser. In questo centro sono stato fotografato prima della seduta, e la mia pelle era assolutamente normale. Dopo la mia prima seduta effettuatami da un dermatologo ho avuto una lunga irritazione per più di una settimana, e si sono formati dei grumetti di grasso, che in seguito informandomi da un altro dermatologo, ho scoperto che si trattava di acne. Consigliato dal dermatologo del centro ho effettuato altre due sedute e la mia pelle è peggiorata, naturalmente solo nella zona in cui mi e' stato fatto il laser mentre il resto del viso e tutto il mio corpo non ha presenza di questo acne-comedonico. Adesso ogni pelo di quella zona ha il poro dilatato ed infiammato, come se avessi tutti i pori aperti in quella zona. Vorrei sapere se e' possibile che un laser all'alessandrite effettuato in modo troppo aggressivo su una pelle leggermente grassa ma non con acne puo' causare cumuli di grassi o infiammazioni bulbo-pilifere? Inoltre la responsabile del centro per curarmi mi ha schiacciato questi punti neri che perdipiù mi hanno lasciato come ricordo delle piccole cicatrici. E' giusto schiacciarli, che tecniche esistono per eliminare queste piccole cicatrici e questi pori infiammati? Attendo una vostra risposta grazie

Sono effetti collaterali che possono succedere in trattamenti simili; una buona crema antibiotica locale, alla clindamicina o all'eritromicina, applicata 2/3 volte dì, ti potrà aiutare a far regredire il problema. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Salve, sono un ragazzo di ... anni, sin da piccolo la mia pelle presenta dei puntini rossi in prossimità dei follicoli e leggermente ruvida al tatto; da premettere io non ho mai fatto uso di cerette, ne risulto essere allergico a qualche alimento particolare. In estate quando mi abbronzo i puntini spariscono o cambiano colore, diventano più scuri, facendomi sembrare la pelle "macchiata". Anche una vostra risposta per me sarebbe una gran cosa. Vi ringrazio in anticipo. Arrivederci. PS: nella schiena e nelle braccia non sono presenti i suddetti "elementi".

Si tratta di una Cheratosis pilaris, che non è considerata malattia, ed è legata ad una ipertrofia dell'ostio follicolare, cioè del punto dove sbocca il pelo. Effettivamente migliora con la fotoesposizione, ma non ci sono terapie che la facciano regredire. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Salve,sono una ragazza di ... anni e fino ad un anno fa non ho mai avuto problemi di depilazione. Dallo scorso settembre però, dopo aver utilizzato per diversi mesi il ... (senza notare problemi), mi ritrovo le gambe con diversi peli incarniti che sembrano non voler andare via. Adesso sto utilizzando il rasoio e i peli sembrano incarnirsi di meno, però ho delle vecchie macchie rossastre che non si decidono a sparire. Sembrano spegnersi ma poi sono sempre lì !Sono stata da un dermatologo e mi ha detto che sotto ci sono i peli incarniti e che posso solamente provare a tirarli fuori con un ago sterile, quando sono abbastanza in superficie. Alcuni riesco a toglierli, ma altri sembrano solo dei foruncoli, sotto non sembra esserci niente. Ho provato con lo scrub ma non migliorano. Potete darmi un consiglio? Sono disperata!!Adesso che è arrivata l'estate mi scoccia un sacco scoprire le gambe! Vi ringrazio per la risposta

Il tuo è un problema frequente dovuto alle continue depilazioni in profondità; dovresti interrompere per un pò le stesse, o per lo meno eseguire una depilazione più superficiale come stai facendo, cercando di distanziarla nel tempo. Usa una crema antibiotica per la foruncolosi, senza scavare molto alla ricerca del pelo, perchè queste manovre ti peggiorano il quadro e lasciano più esiti discromici difficili da trattare. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Salve sono una ragazza del ... e da circa 10 giorni hanno iniziato a comparire dei piccolissimi puntini sulla pelle nella zona frontale delle cosce. Inizialmente non ho dato molto peso all'evento, collegandolo ad una precedente scorpacciata di ciliege avvenuta 1 giorno prima del problema. A parte il problema estetico, che anche se non sono molto visibile ad un primo impatto, osservando bene in controluce o accarezzando la pelle lievemente si vedono in quantità abbastanza considerevole e a mio avviso preoccupante. Ogni tanto mi causano anche prurito e applico quindi una crema (...) sperando che mi allievi un pochino il fastidio. Dopo alcuni giorni questi puntini si sono presentati anche in alcune zone delle braccia, ma non sempre provocano prurito. Desideravo una Vostra opinione su quale possa essere la causa principale che ha scatenato queste reazioni cutanee (alimentazione, caldo quindi sudore, punture di insetto, allergia) e se è il caso che mi preoccupi, considerando una visita specialistica dermatologica, e se è meglio che non mi esponga troppo al sole al mare. Attendo fiduciosa i Vostri preziosi consigli.

Quanto descrivi sembra corrispondere ad una Cheratosis Pilaris, tipica delle braccia e cosce, legata ad una ipertrofica dell'ostio pilo-sebaceo che dà l'effetto descritto di "puntini" bianchi. La causa non è conosciuta, in genere si manifesta negli atopici, chi soffre di asma al., rinite allergica, ecc, o di atopica. Una buona crema emolliente migliorerà il problema. Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Ho ... anni. Da diversi mesi, sulla cute dei capelli, si formano delle croste spesse, di colore giallastro. Ho notato che, talvolta, esce del pus e, alla radice dei capelli, si forma un buchino da cui fuoriesce, a volte, pus, altre, un po’ di sangue. Questo fastidio è concentrato su di una superficie della grandezza di una moneta e non mi provoca né prurito né dolore. Vorrei avere qualche chiarimento

Se si tratta di una follicolite del cuoio capelluto può estendersi e lasciare una alopecia definitiva. Le conviene consultare uno specialista. Cordialità, Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED


Aggiornato il 11 apr 2014  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu