Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Studio sul lichen sclerosus dei genitali

Cosa facciamo

Il lichen sclerosus (LS) è una patologia infiammatoria acquisita, ad evoluzione cronica, a patogenesi immunomediata, spesso associata ad altre patologie immuno-correlate e alla presenza di auto-anticorpi circolanti, sia organo-specifici che non-organo specifici.

La malattia è caratterizzata da una netta predilezione per la popolazione femminile adulta con un rapporto di incidenza femmine:maschi di 10:1 circa, con localizzazione preferenziale a livello della regione ano-genitale, in entrambi i sessi ed in tutte le epoche della vita.

Al momento non esiste in letteratura una casistica sufficientemente ampia che consenta di definire le caratteristiche epidemiologiche e cliniche, e i fattori implicati nella insorgenza di questa patologia nella popolazione italiana.

Il Centro Studi GISED, in collaborazione con il gruppo SIDeMaST di patologie delle mucose, ha condotto uno studio clinico-epidemiologico, della durata di 24 mesi, in pazienti di sesso maschile e femminile, di qualsiasi età, affetti da LS genitale.

Lo studio prevedeva l'uso di una scheda epidemiologica per la raccolta di dati anamnestici, fisiologici e patologici sui fattori di rischio della patologia, dati clinici inerenti al LS e su trattamenti pregressi e/o in atto.

I dati raccolti (729 soggetti) sono stati analizzati al fine di valutare l'epidemiologia del LS genitale nelle varie componenti della popolazione, individuare eventuali patologie associate, i possibili fattori di rischio, approfondire la conoscenza dei sintomi, la frequenza di comparsa dei carcinomi cutanei, esaminare le terapie utilizzate e la loro appropriatezza.

Rispetto alla popolazione generale i pazienti con LS genitale sono più frequentemente obesi o sovrappeso. Vi sono più soggetti con ipertensione. Alta la percentuale di pazienti con un livello di istruzione uguale o superiore alla scuola secondaria superiore, e con maggiore probabilità di svolgere un lavoro sedentario e essere fisicamente meno attivi. Questo suggerirebbe il coinvolgimento di fattori metabolici nell'insorgenza o nella cronicità della malattia. Alta anche la prevalenza di disordini della tiroide, ipotiroidismo autoimmune.

Circa il 5.4% aveva una storia familiare della malattia e in genere un inizio più precoce della malattia. Non sono state invece confermate le associazioni tra malattia e esposizione al fumo, diabete mellito, psoriasi, uso di contraccettivi orali, malattia infiammatoria dell'intestino e incontinenza urinaria, descritte in precedenti studi.


Risultati

I risultati sono stati pubblicati:

  1. Virgili A, Borghi A, Cazzaniga S, et al. New insights into potential risk factors and associations in genital lichen sclerosus: Data from a multicentre Italian studyon 729 consecutive cases. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2017;31:699-704.
  2. Virgili A, Borghi A, Cazzaniga S, et al. Gender differences in genital lichen sclerosus. G Ital Dermatol Venereol. 2018 Jan 24.
  3. Cazzaniga S, Naldi L, Virgili A, et al. An original exploration of genital lichen sclerosus: the semantic connectivity map. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2019 ;33:e59-e62.

Torna ai progetti di ricerca


Aggiornato il 03 mag 2021  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter LinkedIn Email