Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Metanalisi sulla protezione fornita dalle mascherine in situazioni epidemiche

Cosa facciamo

Nei primi mesi del 2020 l'insorgenza della pandemia da SARS-Co-V2 ha determinato l'impiego di dispositivi protettivi per limitare la diffusione del contagio. L'uso delle mascherine, in particolare, è stato reso obbligatorio nella popolazione, oltre che negli ospedali, da appositi decreti legislativi.

Chi lavora in ospedale o sulle ambulanze ha sicuramente maggiore possibilità di venire a contatto con il virus e contagiarsi, come purtroppo è stato dimostrato dall'alto numero di operatori sanitari che si sono ammalati durante questa epidemia. Nei sanitari l'impiego delle mascherine è stato largamente studiato. Meno si conosce circa il grado di protezione della popolazione generale.

Per valutare l'efficacia delle mascherine, il Centro Studi GISED ha analizzato, mediante una metanalisi, i dati derivanti dalle pubblicazioni scientifiche sulla capacità dei diversi dispositivi di prevenire infezioni respiratorie nella popolazione generale.

La metanalisi è stata inserita nel registro PROSPERO, un registro internazionale di revisioni sistematiche: sono stati considerati studi tra il 2005 e il 2020 cercati in PubMed/Medline ed Embase:

Elena Pezzolo, Simone Cazzaniga, Luigi Naldi. The effectiveness of surgical masks vs controls in preventing of spreading respiratory infections in real life setting. PROSPERO 2020 CRD42020178913.

I primi risultati sono stati presentati al XXXIII Meeting GISED e sono stati pubblicati nei commenti online allo studio:

Bundgaard H, Bundgaard JS, Raaschou-Pedersen DET, et al. Effectiveness of Adding a Mask Recommendation to Other Public Health Measures to Prevent SARS-CoV-2 Infection in Danish Mask Wearers : A Randomized Controlled Trial. Ann Intern Med. 2020 Nov 18:M20-6817. Epub ahead of print.


Torna ai progetti di ricerca


Aggiornato il 01 lug 2021  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter LinkedIn Email