Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Lorenzo Lotto e la possibile rosacea eritematosa

Servizi online

Bernardo de' Rossi

» Torna alla Galleria

















Ritratto di Bernardo de' Rossi (Lorenzo Lotto, 1840-1556/7)

Pittore attivo in Veneto e successivamente a Bergamo e nelle Marche, Lorenzo Lotto fu ben presto attratto dalla pittura europea ispirandosi ad esempio a Dürer per la cura dei dettagli e il realismo dei suoi dipinti. Intensa fu anche la sua produzione ritrattistica, particolare per la rappresentazione psicologica dei soggetti.
Divenne famoso molto presto ma nel tempo fu dimenticato e solo alcuni secoli dopo la sua opera è stata riscoperta e rivalutata.

Pittore schivo e solitario, Lorenzo Lotto visse muovendosi tra varie città italiane, venendo così a contatto con differenti esperienze artistiche che si ritrovano nelle sue opere.

Tra i numerosi ritratti segnaliamo il
Ritratto di Bernardo de' Rossi, vescovo di Treviso e mecenate dello stesso pittore. Il dipinto del 1505 (tecnica a olio, misura 54x41cm) è ora conservato nella Galleria Nazionale di Capodimonte a Napoli.

La figura del vescovo emerge dal fondo nero con forte intensità e carattere come evidente sia dallo sguardo che dal pugno che stringe con forza un foglio. Sul volto è possibile osservare un forte arrossamento segno di una probabile rosacea eritematosa, una malattia cronica della pelle di cui non si conoscono esattamente le cause.


Aggiornato il 16 nov 2018  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email