Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Pillole di Dermatologia - febbraio 2012

Il rischio di farsi belle

Pubblicata il 13/2/2012


farsi belleL'ultimo numero della rivista online Australian Prescriber avverte dei pericoli relativi all'uso di prodotti cosmetici iniettabili, quali riempititivi dermici e botulino-simili, acquistati online come kit cosmetici "fai da te".

Gravi reazioni anafilattiche e comparsa di cicatrici sul viso sono state segnalate da alcuni consumatori che hanno utilizzato questi prodotti. Effetti collaterali possibili sono gonfiore del viso, infezione, formazione di cicatrici e ascessi che in alcuni casi possono richiedere anche interventi chirurgici (vedi qui e qui).

I "dermal fillers" sono sostanze naturali o di sintesi che vengono usate in medicina estetica per eliminare o diminuire pieghe e rughe della pelle. Possono essere permanenti (costituiti da siliconi liquidi o metacrilati) oppure riassorbibili (costituiti da iacido ialuronico o collagene).
Sono soprattutto quelli permanenti a dare effetti collaterali quali comparsa di granulomi, infezioni ed ulcerazioni.

Sempre per attenuare le rughe è possibile usare prodotti a base di tossina botulinica che, inibendo il rilascio di un neurotrasmettitore, l'acetilcolina, blocca la contrazione muscolare e favorisce il rilassamento dei muscoli. L'uso cosmetico della tossina botulinica è attualmente ristretto alla riduzione delle rughe glabellari o di espressione.
Nel 2009 la FDA ha richiesto l'introduzione di un Boxed Warning relativo alla possibilità della tossina botulinica di diffondersi dal sito di iniezione, determinando effetti collaterali, in alcuni casi anche gravi, e sintomi simili a quelli del botulismo.

A cura della Redazione scientifica.







Aggiornato il 28 nov 2016  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email