Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Pediculosi

Servizi online

Pediculosi

PediculosiLa pediculosi è l'infestazione del capo e di altre zone provviste di peli ad opera di insetti dell'ordine degli Anopluri, i pidocchi (Pediculus humanus), ectoparassiti che si nutrono di sangue, le cui femmine depongono uova (lendini). Si conoscono due tipi di pidocchi umani: Pediculus humanus capitis, agente della pediculosi del capo e Pediculus humanus corporis, responsabile della pediculosi del tronco e portatore di agenti infettivi (Rickettsia) causa di infezioni gravi quali tifo esantematico e febbre delle trincee.

La pediculosi inguinale o ftiriasi è invece causata da un agente specifico, Phthirus pubis, che non agisce da vettore di altre malattie.

I pidocchi umani del capo e pubici hanno bisogno del calore del corpo per sopravvivere e muoiono dopo 24 ore dal distacco, invece più resistenti sono i pidocchi del corpo, che possono sopravvivere fino ad una settimana dopo l'allontanamento dal corpo. La loro presenza determina forte prurito, escoriazioni e ferite secondarie.

La pediculosi del capo è diffusa tra i bambini che vivono spesso a stretto contatto, es. nelle comunità scolastiche. La pediculosi del corpo è invece più diffusa tra gli adulti che vivono in condizioni di scarsa igiene e cambiano raramente gli indumenti. La ftiriasi è trasmessa soprattutto mediante rapporti sessuali o attraverso i vestiti.

Terapie in uso

Le terapie in uso comprendono l'uso di insetticidi sotto forma di polveri, shampoo, lozioni o spray. Principi attivi usati comprendono: estratto di piretro o piretroidi di sintesi come la permetrina e la tretrametrina. Altri principio impiegato è il malathion. Importante l'azione meccanica di rimozione delle uova con un pettine a denti fitti. Il trattamento deve essere ripetuto dopo almeno una settimana.

Tra i trattamenti recentemente sviluppati, l'ivermectina per uso sistemico.

Terapie in studio



Buongiorno, da vari mesi ho problema di pediculosi ai capelli e nonostante il lavaggio quasi quotidiano con prodotti specifici, pomate e polveri insetticida apposite, lavaggi indumenti continui, non riesco arisolvere il problema, esiste qualche farmaco o cura veramente efficace e definitiva? Grazie

La Circolare ministeriale n. 4, del 13 marzo 1998 indica come trattamento permetrina all'1% come shampoo, piretrine associate a piperonil-butossido,benzilbenzoato ed altri insetticidi. La terapia deve essere ripetuta ogni 7-10 giorni per almeno un mese. Per mia esperienza seguendo tali indicazioni si risolve il problema. Prof. Cleto Veller Fornasa - CentroStudiGISED

 

Salve e grazie per il servizio che svolgete. Mi sono sottoposto a 3 o 4 trattamenti contro la pediculosi del pube usando un paio di prodotti 'classici': polveri e shampoo. Tuttavia non sono riuscito a debellare completamente l'infestazione che si è ripresentata a distanza di 4 o 5 giorni. Vorrei sapere se esistono centri specializzati a cui rivolgersi per la cura e l'eliminazione totale di questi 'antipatici animaletti'. Grazie

Qualsiasi centro dermatologico, in genere le applicazioni vanno ripetute dopo una settimana anche per un paio di volte. Comunque se possibile si depili. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Salve sono un ragazzo di ... anni, verso la fine dell'anno sono andato dal dermatologo e mi ha diagnosticato di avere le piattole, ho fatto il trattamento ed é andato tutto bene! Sono passati circa due mesi. Da poco mi ritrovo che durante il giorno praticamente nulla ma di notte mi prude la zona inguinale (quando non prude la pelle è abbastanza liscia e quando il prurito inizia si ingrossa diventa ruvida e con tutti punti che sembrano piccoli foruncoli che rilasciano del liquido). Cosa puó essere? Qualcosa dovuto a quello che ho avuto o altro? Premetto mi sono controllato con torcia e lente di ingrandimento ma di parassiti non ne vedo!! Grazie

Può essere una dermatite da contatto determinata dai prodotti usati. Le consiglio comunque una visita specialistica. Prof. Cleto Veller Fornasa - CentroStudiGISED

 

Buonasera dottore, ho ... anni e in seguito ad un forte prurito per tutto il corpo che durava da diversi giorni sono andato dal dermatologo che mi ha diagnosticato la pediculosi. Inizialmente credevamo che il prurito era dovuto alla ... (farmaco a base di nadroparina calcica) e al ... (farmaco a base di parnaparin) che ho fatto per un periodo lungo in seguito ad un incidente, ma visto che il prurito non passava nonostante avevo sospeso da 2 giorni il medicinale, ... mi sono rivolto al dermatologo che mi ha diagnosticato la pediculosi. Mi ha prescritto una pomata ... (a base di malation) che ho spalmato dopo essermi depilato su tutto il corpo, e sono rimasto in cura con un detergente (...). Fortunatamente il prurito esagerato è diminuito anche se comunque mi è rimasto ancora un po’ di prurito, e sono tutto arrossato, ora non riesco a capire se ho debellato il problema e questo prurito è dovuto al fatto che mi sono grattato e quindi arrossato, o perchè mi sono depilato con creme, oppure non ho risolto nulla? E’ necessario ritornare di nuovo dal dermatologo? Devo utilizzare qualche altro prodotto? Quanto tempo ci vuole per risolvere il tutto? Grazie

Tutte le sue ipotesi potrebbero essere valide...non vedendola le consiglio di ripetere l'applicazione altre due volte a distanza di 6-7 gg e solo successivamente tornare dallo specialista. Prof. Cleto Veller Fornasa Centro Studi GISED

 

Che prodotto mi consiglia contro la pediculosi del pube?

Ci sono dei gel, come l'... ( a base di malation), da tenersi applicati in sede per circa 20' e poi asportare, rasando anche i peli, che sono efficaci; il trattamento va ripetuto dopo 1 settimana. Dott.ssa A. Di Landro BG Centro Studi GISED

 

Per due volte in sei mesi ho dovuto usare il ... (a base di permetrina) per una pediculosi. Una volta terminata si è sviluppato un prurito al cuoio capelluto che non riesco a debellare. Non ho forfora ma se mi pettino vedo cadere scagliette bianche. Ho provato antistaminico e lozioni cortisone su consiglio di 2 dermatologi ma nessun risultato. Mi sembra di impazzire perchè penso sempre di avere pediculosi.  Cosa posso fare?

Mi sembrano poche due sole applicazioni a distanza di sei mesi e mi viene il dubbio che i pidocchi ci siano ancora, anche perchè se il ... (a base di permetrina) fosse responsabile del prurito questo dovrebbe durare pochi giorni dalla sospensione del prodotto. Prof. Cleto Veller Fornasa  Centro Studi GISED

 

Sintomi: nella parte intima esterna delle eruzioni cutanee con crosticine e dei minuscoli "pidocchietti bianchi". Causa : (detto dalla ginecologa), scarsa igiene nell'albergo in cui lavoro. Cura: !!! Massima igiene personale: ok!!! Vorrei gentilmente sapere cosa fare perchè dopo che il problema sembrava risolto, è riapparso, contagiando il fidanzato. Esisterà una cura medica e una definizione per questo problema molto spiacevole? Mille grazie anticipatamente.

Se ha proprio la Ftiriasi pubica, quindi con la presenza dei pidocchi che hanno contagiato anche il suo partner, deve applicarsi un topico specifico per circa 20 ' e ripetere il trattamento dopo 1 settimana, attenzione al partner! Bisognava evitare i contatti per non contagiarlo! Dott.ssa A. Di Landro BG Centro Studi GISED


Aggiornato il 28 nov 2016  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email