Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Neoformazioni benigne

Servizi online

Neoformazioni benigne

Lesioni cutanee di natura benigna di interesse prevalentemente estetico. Comprendono: cisti, lipomi, fibromi, cheratosi seborroiche, angiomi, verruche e xantelasmi.


Terapie in studio




Salve dottore, mi chiamo .... Ho un problema che mi porto dietro da molto tempo, 4 anni circa. Formazioni di ciste sebace e pustole nell'orecchio che occludono la cavità dello stesso. Dall'ultima visita effettuata mi è stata prescritta l'assunzione di ... (a base di Tetraciclina-L-metilenlisina) per 28 giorni ma con esito negativo perchè continuano a formarsi. Come posso fare per risolvere definitivamente il problema, premetto che ho la pelle molto grassa e ho sofferto di acne. Grazie infinitamente e in attesa di una Vostra risposta porgo distinti saluti

Proverei a consultare un chirurgo plastico per vedere se sia possibile toilettare chirurgicamente la zona. Prof. Cleto Veller Fornasa - CentroStudiGISED

 

Sono affetto da cheratosi attiniche al cuoio capelluto; nessun problema fino a qualche settimana fa, ma adesso basta un minimo urto contro qualcosa perchè si sollevi dolorosamente la pelle, dopodichè si forma una crosta che poi sparisce. Accade anche che senza motivo apparente, si formi una vescichetta che successivamente si rompe e viene fuori la solita crosta. Il dermatologo mi ha prescritto Eryfotona da applicare due volte al di per due mesi, ma sono un po’ scettico. Cosa ne pensa? Grazie (...)

Il fenomeno delle lesioni al minimo trauma ci stà. L'Eryfotona è uno dei topici usati in questi casi. Potrebbe anche pensare a terapia Fotodinamica presso un centro pubblico attrezzato. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Salve vorrei fare una domanda, volevo togliere 3 fibromi penduli sul collo, il dermatologo ha applicato la tecnica dell'azoto liquido dicendomi che dopo 15-20 giorni sarebbero caduti soli. La mia domanda è: dopo che sono caduti e dopo 1 o 2 mesi rimane qualche segno o macchia scura sulla pelle tipo neo o non si nota nulla? E se rimane ci sono dei rimedi. Grazie della risposta

Non capisco bene la sua domanda, se vuole sapere se rimarrà l'iperpigmentazione secondaria alla crioterapia, la risposta è che potrebbe rimanere anche per mesi. La ripari dal sole. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Mi chiamo ....... sono un ragazzo di ... anni. Ho ereditato la lipomatosi multipla da mia madre e sin da quando avevo 14 anni ho iniziato a manifestare la presenza di lipomi ovunque sul mio corpo ed in particolare sull’addome e le parti molli. Sono molto ferrato in materia di lipomi anche perchè sin da piccolo mi sono documentato su di essi e ne ho asportato uno ottenendo una bella cicatrice e la crescita di altri lipomi. Arriverò subito alla domanda. Voglio eliminare i lipomi senza arrivare alla chirurgia, so che ci sono delle cure a base di infiltrazioni che si possono eseguire ma chi le esegue? Sono efficaci? A base di che sostanza sono queste infiltrazioni? Ci sono altri rimedi naturali? E soprattutto come nascono questi lipomi. Penso che sia impossibile che non ancora si è arrivati a capire come nascono i lipomi. Se c'è qualcuno che possa rispondere a queste domande vi sarei grato, non penso che l’unica soluzione sia l’asportazione chirurgica, è una soluzione barbara ed invasiva e non risolve il problema. Grazie mille

Su una base spesso genetica (cromosoma 12 ?) sembra che i traumi giochino un ruolo importante nello sviluppo dei lipomi tramite il rilascio di citochine che inducono l'attività di pre adipociti. Ovviamente è una ipotesi non valida per tutti i tipi di lipoma. Si propone recentemente la coagulazione mediante laser argon plasma oppure la così detta "punch evacuative surgery", entrambe le tecniche vanno gestite da mani molto esperte. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Mi chiamo ... ho ... anni. Dall'età di circa 12 anni mi si sono formati dei lipomi. All'inizio 1 o 2 mi sono stati asportati chirurgicamente. Successivamente attorno alla ferita mi si sono formati altri 3 o 4, forse a causa di un'operazione errata. Hanno provato a frantumare il lipoma all'interno per evitare un grossa ferita antiestetica. Successivamente ho asportato in 2 riprese altri 5-6 lipomi grossi da 1 a 2-3 cm. che non si sono più riformati. Ora di lipomi ne ho oltre 50 alcuni, i più grossi, hanno un diametro di 4 - 5 cm. Sono dislocati sulle gambe dal ginocchio in sù, pancia, dorso, fianchi e braccia. Alcuni lipomi se schiacciati o se si fanno alcuni movimenti fanno male. I lipomi asportati sono stati analizzati e risultano essere lipomi benigni. Le domande sono: 1) a cosa sono dovuti? Mi hanno risposto che ho un corpo che crea queste masse (ma lo sapevo anche io!) 2) C'è qualche cura a parte quella chirurgica? 3) Possono essere dovuti da agenti patogeni esterni? Virus, batteri, microorganismi 4) Come posso sapere se qualche lipoma si dovesse formare in zone pericolose (es. interessare il muscolo cardiaco o altro) 5) Per l'asportazione ci sono centri specializzati. Grazie per la cortesia.

In primis, Lei ha avuto qualche parente con lo stesso problema? Perchè il suo potrebbe essere inquadrato come una Lipomatosi multipla familiare, per la quale purtroppo non esistono terapie mediche, quindi la terapia è solo la chirurgica. Sono in genere forme molto rare e non compromettono, se non in via eccezionale, organi vitali. La liposuzione può essere un'alternativa alla terapia chirurgica. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Egregio dottore da qualche anno la corona del glande è circondata da una serie di piccoli brufoli che il mio medico di base ha diagnosticato come Ghiandole di Fordyce. Non mi danno alcun fastidio, ma "solo" un danno psicologico; ho ... anni e questa patologia mi blocca nelle relazioni con l'altro sesso. Il mio medico mi ha detto che sono ghiandole benigne e che non c'è alcuna terapia da effettuare. Le chiedo, non è proprio possibile eliminarle? Oltre al certificato di negatività HIV adesso dovremo girare anche con il certificato del dermatologo? La ringrazio anticipatamente per la risposta.

Purtroppo è molto difficile fare una terapia di questa manifestazione, del tutto benigna e senza nessun significato dal punto di vista funzionale, che corrisponde alla presenza di ghiandole sebacee ectopiche, cioè in sedi dove in genere non ci sono, per cui devo anch'io dirti di non fartene un problema. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Sono un giovane uomo di ... anni e ho i granuli di Fordyce su entrambe le labbra. Il mio medico dopo avermi prescritto uno stick, suggerisce di usare l'azoto per bruciare la parte superiore delle labbra e risolvere l'inestetismo. Qual è la sua opinione? Cordiali saluti.

Abbiamo già parlato di questo problema; attenzione perchè la crioterapia oltre ad essere una terapia molto delicata per la sede, può non essere responsiva, e comunque non ci sono altre terapie "sicure". Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Gentile Dottore, se è possibile volevo chiederle un parere in merito a delle macchie chiare che mi sono comparse sotto e sopra gli occhi negli ultimi mesi. Inizialmente erano poco visibili poi sono diventate molto evidenti come può notare dalla foto allegata. Non sono sicuro ma tempo fa ho fatto delle lampade solari (circa 6) e ho il dubbio che queste macchie siano spuntate proprio in seguito a quelle seppure poche sedute, è possibile? Le sarei grato se potesse spiegarmi cosa sono, da cosa possono dipendere e come curarle. La ringrazio per l’attenzione. Distinti Saluti

I suoi sono degli accumuli di materiale grasso chiamati Xantelasmi che tipicamente si localizzano nelle sedi come le sue e non sono trattabili con creme, ma solo con interventi chirurgici. In genere non sono sintomatici di una dislipidemia. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Buongiorno, mi chiamo ... e vi scrivo dagli... Le volevo domandare una cosa. Ho sulla pelle (tra il collo ed il petto) dei piccoli (circa 4) cicciolini di pelle, tipo piccole prominenze di pelle. Li ho sempre avuti, ma ora uno mi si è come infiammato, e mi da' fastidio, essendo irritabile. Mia moglie dice che non è un segno buono e che devo andare dal dottore, Lei cosa mi consiglia? Cosa ha provocato quest'irritazione? C'è da preoccuparsi? Ho ... anni, prendo degli antidepressivi e sono (purtroppo ancora) fumatore 7-10 al giorno, ma in complesso di buona salute. Mi può dare qualche risposta??? La ringrazio tantissimo.

Dalla descrizione si deduce trattarsi di piccoli fibromi, lesioni del tutto benigne, che in genere compaiono nell'adulto favorite da fattori ereditari. L'irritazione di un elemento non è niente di pericoloso, anzi un bene, in quanto si potrà staccare da solo. Applichi una pomata antibiotica per qualche giorno. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Mio cognato ha ... anni e il dentista gli ha riscontrato dei granuli di Fordyce in bocca. Siccome lui accusa ricorrenti faringo-tonsilliti, volevo sapere se ci può essere una qualche correlazione tra questi granuli di Fordyce e questi episodi di faringo-tonsillite. La ringrazio della risposta

No, non ci sono relazioni, in quanto i granuli di Fordyce sono legati alla presenza di ghiandole sebacee ectopiche, che non hanno correlazione con le infezioni. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Come molte delle persone che scrivono sul vostro sito sono fondamentalmente ipocondriaco ... La questione è la seguente: mi si formano, da una decina di anni (ora ne ho ...) delle cose che io chiamo "palle di grasso". Sono sottopelle e di dimensione variabile (la più grande avrà 1 cm di diametro). Ne ho una decina: lungo i fianchi e sulla schiena. Ho letto di persone che ne hanno alcune decine (e spero non sia il mio destino). Fanno male se faccio sforzo o se la zona interessata poggia o sfrega contro qualcosa. 1) morirò di questo? 2) se è un problema, cosa conviene fare? 3) sono lipomi? 4) fanno male perchè sono sovramuscolari? Vi ringrazio per il servizio offerto.

Le lesioni che descrive possono essere più facilmente angiolipomi e non lipomi semplici, facilmente più dolorosi, che qualche volta hanno un'origine familiare (ha qualche parente con le stesse lesioni?). Sarebbe utile asportarne una e fare un esame istologico per meglio definirle; il quadro è comunque del tutto benigno e non le procurerà certo altri problemi oltre che la lieve sintomatologia dolorosa. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Gentile Professore, circa due mesi fa, a mio padre (che soffre di diabete e di colesterolo, e 3 anni fa ha avuto un infarto) è spuntata una piccola "pallina" sul petto di diametro di circa 2 cm che dopo un pò ha iniziato ad ingrandirsi fino ad arrivare a circa 3 cm. Passata una settimana, su questa grossa "pallina" si sono prodotti dei fori e dall'interno è uscito sangue misto a pus. Dopo alcune medicazioni, fatte per altre due settimane, con acqua ossigenata e mercurio cromo la "pallina" ha diminuito il suo diametro a circa 1 cm. Io, allora, ho provato a premerci su delicatamente. Dai fori che si erano auto-prodotti è uscito un qualcosa che a me sembrava un grosso accumulo di grasso, denso abbastanza e da quel momento non è accaduto più nulla. Ieri sera, mi sono accorto che si sono riformate altre due palline, in punti diversi del petto. Potrebbe essere un qualcosa legato al funzionamento del cuore o a qualche organo in particolare? C'è da preoccuparsi? La ringrazio anticipatamente. Distinti saluti

Le lesioni che descrive corrispondono a delle cisti sebacee, lesioni del tutto benigne, proprio ripiene di grasso, del tutto benigne, che non dipendono dai problemi generali accusati da suo padre. In genere c'è una predisposizione familiare. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Ho una cisti sebacea alla guancia sinistra. Dopo vari trattamenti deludenti, mi sono rivolta ad un chirurgo che mi ha consigliato di asportarla chirurgicamente. Vorrei sapere se esistono altri sistemi per evitare che resti una cicatrice sul viso. Grazie

No, se vuoi fare un trattamento definitivo devi proprio ricorrere al chirurgo. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Salve vorrei avere alcune informazioni sulla porocheratosi di Mibelli che esattamente 15 anni fa, io ho ... anni, dopo un controllo dal mio dermatologo mi è stata riscontrata. E' comparsa una piccola escoriazione della pelle sopra il setto nasale e da allora si è stabilizzata in una forma più o meno circolare di circa 3mm. Premetto che in famiglia nessuno ha mai avuto cio'! Ricordo solo che è comparsa dopo un periodo di stress e forse da uso di creme solari poco protettive! Gradirei sapere quello che è oggi la conoscenza ed eventuali soluzioni su questo problema. Grazie mille!

Questa malattia, della quale ci sono diverse varianti cliniche, forma isolata, forma lineare, disseminata superficiale, palmo-plantare, attinica superficiale disseminata, è in genere trasmessa su base genetica e più frequentemente si localizza agli arti, in particolare alle gambe. Le è stata fatta una biopsia per conferma della diagnosi? Se la diagnosi è confermata, nella sua variante si può procedere a crioterapia, a diatermocoagulazione, ecc. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Gentile dottore, circa un anno fa si formò del pus sottopelle in un punto localizzato sul pollice della mano destra. Il pus ristagnò per diversi giorni, finchè non potendone più (mi faceva male anche una leggera pressione) bucai la pelle e lo feci fuoriuscire del tutto. Da allora non si è più riformato, ma purtroppo al suo posto ho una specie di callo abbastanza doloroso che mi rende difficili anche operazioni semplici come svitare il tappo di una bottiglia. Ho più volte asportato la pelle indurita, ma è stato inutile perchè ricresce sempre. Al di sotto della pelle dura si nota la presenza di una lesione profonda (una specie di buchino), che penso sia all'origine di questo callo anomalo. Mi farebbe piacere sapere di quale patologia soffro e quali sono gli eventuali rimedi. Grazie.

Potrebbe trattarsi di una verruca o di un piccolo fibroma, per cui è utile che si sottoponga a visita per decidere un'eventuale asportazione. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Ho un serio problema di cheloidi sullo sterno e sulle spalle non dovuti a traumi nè a cicatrici. Crescono e nascono spontaneamente da quando ho 20 anni, (ora ne ho ...) sempre in numero maggiore. I più vecchi sembra si ingrandiscano. Non essendoci traumi della pelle può essere un problema virale? Grazie per la riposta

No, non è ancora nota l'eziopatogenesi dei cheloidi spontanei, che qualche volta sono favoriti da fattori ereditari e che, come avrà sperimentato, sono difficili da trattare. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED


Aggiornato il 28 nov 2016  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email