Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Le Masurier e la pelle "senza colore"

Servizi online

Madeleine de la Martinique

» Torna alla Galleria




















Madeleine de la Martinique (attribuito a Le Masurier, 1710-dopo 1782)

Poche sono le notizie relative al pittore Le Masurier. Si sa che è di origine fiamminga, e sarebbe nato nel 1710 e morto dopo il 1782. Altro non si conosce a parte la sua produzione artistica costituita da dipinti in cui venivano ritratti abitanti della Martinica, isola delle Antille scoperta da Cristoforo Colombo nel 1502.

Dopo la conquista da parte dei francesi l'isola, in origine abitata da una popolazione indigena di indiani dei Caraibi, vide l'arrivo di schiavi provenienti dall'Africa.

Sono i discendenti di questi uomini che popolano i dipinti di La Masurier: donne e uomini della Martinica, particolari per il loro aspetto. In un dipinto ritrae alcuni schiavi di colore fuori dalla loro capanna mentre in un altro si vede una donna mulatta che siede ad un tavolo con alcune donne di colore e la figlia bianca.

Nel dipinto Madeleine de la Martinique, una donna sorregge un bambino che presenta i chiari segni di una vasta depigmentazione cutanea, dovuta probabilmente a piebaldismo (una rara malattia genetica caratterizzata dalla comparsa di chiazze bianche sul capo, torace e arti) o vitiligine. Il quadro, che risale probabilmente al 1782, è ospitato a Parigi nel Muséum national d'histoire naturelle.


Aggiornato il 28 nov 2016  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email