Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Il Calcolatore del Punteggio Sartorius per Idrosadenite Suppurativa

Servizi online

Il Centro Studi GISED propone un nuovo calcolatore per misurare la gravità dell'idrosadenite suppurativa.
Il calcolatore del "Punteggio Sartorius" si basa sulla versione creata da Sartorius del 2003 e aggiornata successivamente.

Il punteggio finale deriva dai punteggi singoli attribuiti considerando:

  • il numero delle regioni anatomiche coinvolte;
  • il tipo di lesioni presenti in ogni area coinvolta;
  • la distanza massima tra due lesioni rilevanti in ogni sede;
  • il giudizio obiettivo sulla separazione delle lesioni rispetto alla cute circostante sana.


In generale un punteggio <50 può essere associato ad una forma più lieve di idrosadenite suppurativa, un punteggio tra 50 e 94 ad un forma moderata mentre un punteggio ≥95 ad un forma più grave. Naturalmente i risultati ottenuti dall'uso di questo calcolatore dovrebbero essere sempre valutati da un dermatologo esperto.

Tipo di lesioni Sede 1 Sede 2 Sede 3 Sede 4 Sede 5 Sede 6
  Fistole (n°)
  Ascessi (n°)
  Noduli (n°)
  Cicatrici (n°)
  Altre lesioni (n°)1
Distanza massima tra due lesioni rilevanti2
Lesioni obiettivamente distinte dalla circ. cute sana?

1 Con altre lesioni si intende: papule, pustole, comedoni aperti e chiusi. Il comedone aperto con sbocchi multipli deve essere considerato come entità singola

2 Diametro nel caso di singola lesione


L'idrosadenite suppurativa

L'idrosadenite suppurativa o acne inversa è una malattia caratterizzata da lesioni croniche e ricorrenti con infiammazioni e ascessi localizzati in zone cutanee che portano ghiandole apocrine. Si presenta in genere dopo la pubertà con lesioni dolorose nelle regioni ascellari, inguinali e anogenitali.

I criteri diagnostici si basano sulla presenza contemporanea di:

  • noduli dolorosi, profondi: le lesioni precoci hanno l'aspetto di bolle che si trasformano poi in ascessi, fistole, cicatrici e comedoni aperti;
  • tipica localizzazione a livello delle ascelle, inguine, regioni perineali e perianali, glutei, pieghe sottomammarie;
  • cronicità e ricorrenza.


Per un adeguato trattamento della malattia sarebbe importante avere un metodo valido per stabilire lo stadio clinico e valutare in maniera esatta la gravità della stessa. Tale metodo dovrebbe considerare numero, tipo e dimensione delle lesioni, la loro evoluzione, il dolore e l'influenza sulla qualità della vita. Al momento un tale strumento non esiste ma i due sistemi di classificazione della gravità della malattia più comunemente usati sono:


Stadiazione Hurley

Un sistema di valutazione dello stadio clinico utilizza la cosiddetta stadiazione di Hurley che storicamente è la prima scala proposta ed è ancora utilizzata per dividere i pazienti in gruppi definiti dal grado di infiammazione e fibrosi:

  • Stadio I - formazione di ascessi senza fistole e cicatrizzazione;
  • Stadio II - ascessi singoli o multipli, ampiamente separati con formazione di fistole e cicatrizzazione;
  • Stadio III - fistole e ascessi multipli interconnessi in una intera area


Questo sistema di stadiazione non è però sufficiente a descrivere gli esiti dei trattamenti. A tale scopo è stato quindi introdotto il cosiddetto:


Punteggio Sartorius


Il "Punteggio Sartorius", alla base del calcolatore utilizzato in questa sezione, è stato descritto per la prima volta nel 2003 in un articolo pubblicato su BJD e prende il nome da Karin Sartorius, una dermatologa del Karolinska Institute di Stoccolma.

Questo metodo si basa sul conteggio delle regioni coinvolte, dei noduli e fistole e permette quindi un controllo dinamico della gravità della malattia nei pazienti individuali. Ad ogni valore ottenuto viene attribuito un punteggio.

I fattori considerati nella valutazione sono:

La regione anatomica coinvolta (tre punti per regione coinvolta)

  • ascella
  • inguine
  • glutei
  • intramammaria sinistra/destra
  • altro


Numero e punteggi delle lesioni

  • 2 punti per ascessi e noduli
  • 4 punti per fistole
  • 1 punto per cicatrice
  • 1 punto per altro


La distanza più lunga tra due lesioni rilevanti

  • 2 punti se <5cm
  • 4 punti se <10cm
  • 8 punti se >10cm


Sono tutte le lesioni separate da pelle normale?

  • 0 punti se Si
  • 6 punti se No


Il "Punteggio Sartorius" orginale è stato leggermente modificato da J. Revuz nel 2007 (vedi qui) e dalla stessa Sartorius nel 2009 (vedi qui).

Altri strumenti di valutazione usati nella pratica clinica o in corso di valutazione sono il PGA (Physician Global Assessment) e (Patient Global Assesment), l'HSSI (Hidradenitis Suppurativa Severity Index), HiSCR (Hidradenitis Suppurativa Clinical Response e l'AISI (Acne Inversa Severity Index).



Aggiornato il 28 nov 2016  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email