Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Herpes simplex

Servizi online

Herpes simplex


herpes simplexL'infezione da herpes simplex virus (HSV) è molto comune. E' caratterizzata dalla comparsa, sulla cute o sulle mucose, di vescicole raggruppate che poggiano su una base arrossata. Ad una prima infezione possono seguire recidive periodiche. I virus erpetici possono essere di tipo I e II: l'herpes virus di tipo I, determina il cosiddetto herpes labialis, infezione a carico delle mucose e della cute, mentre l'herpes virus di tipo II determina il cosiddetto herpes genitalis, infezione a carico dei genitali che si trasmette per via sessuale.

Terapie in uso

Trattamento con aciclovir sistemico o farmaci simili è possibile nelle forme gravi di infezione da herpes virus. Per le infezioni secondarie è possibile usare antibiotici topici.

Terapie in studio



Grazie anticipatamente. Mia moglie è alla quattordicesima settimana di gravidanza, ha fatto gli esami per herpas Simplex 1-2 ed è risultata positiva alle IGMdi tipo 1, mentre tutto il resto è negativo. C’è da preoccuparsi per il feto? Grazie di cuore

Non vedo problemi, ci si dovrà pensare nel caso ci fosse l'herpes in atto al momento del parto. Prof. Cleto Veller Fornasa -Centro Studi GISED

 

Salve, sono una mamma di 2 bambine. La piccola ..., soffre di herpes labiale da quando aveva 6 mesi, all'inizio l’herpes si è presentato in maniera grave sia esternamente sia internamente alla bocca. Poi le veniva saltuarialmente ogni 2 mesi circa. Da quando ha compiuto 1 anno questo herpes le viene almeno 1 volta al mese (piu o meno grave a volte). Le ho fatto fare gli esami del sangue e per l'immunita e il pediatra mi ha risposto che non ha niente, anche se negli esami del sangue c'erano dei valori che non andavano. Vorrei andare piu a fondo a questo problema e vorrei tanto un consiglio da lei se ci sono degli esami piu specifici da poter fare e se mi spiegasse il perche le viene cosi spesso e che cosa potrebbe succedere se con il tempo continua e quale soluzione  mi consiglia. Grazie mille per il suo tempo!

L'herpes compare quando vi sia un "giusto" calo di immunità, in alcuni periodi spesso in altri raramente. Non ha particolari esami da eseguire una volta garantita dal suo pediatra, per quanto riguarda la cura l'aciclovir può essere somministrato anche sotto i due anni d'età, più complessa sarebbe la terapia di soppressione. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Sono al quarto mese di gravidanza (15 settimane, per la precisione) e dagli esami del sangue è risultato che ho contratto in gravidanza l'herpes genitale (HVS2). Ho ripetuto gli esami due volte: la prima volta le IGM erano 1.4 e la seconda, circa un mese dopo, 1.7, mentre le IGG erano negative in entrambi i casi. Sottolineo che non ho mai avuto sintomi riconducibili all'herpes genitale (bruciori, bollicine, piaghe) e che ciò è risultato anche dalle visite ginecologiche. In più, da quando sono incinta, ho sospeso i rapporti sessuali per il rischio di aborto. Vorrei sapere se si può trattare di un falso positivo o, in caso avessi effettivamente contratto il virus in gravidanza, quali potrebbero essere le conseguenze e i danni sul feto e come mi dovrei comportare per attenuare o eliminare i rischi (c'è una cura?). La mia ginecologa non è affatto stata chiara a riguardo e io sono preoccupatissima. Grazie

Il problema ci sarebbe solo (quasi) se durante il passaggio attraverso il canale del parto del bambino fossero presenti manifestazioni di Herpes. Per quanto riguarda gli esami li ripeta perchè quelle IgM indicano un contagio assai recente che mi pare non essere possibile. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Sono una ragazza di ... anni e da quando avevo tre mesi sono in cura per eczema atopico, abbiamo provato tutto dai cortisonici locali alle ciclosporine ai cicli di lampade. Ultimamente sono risultata allergica al pelo di cane e agli acari e pare intollerante ai parabeni (sono risultata positiva alle prime due letture è intolleranza?). Da tre anni a questa parte la situazione era molto migliorata con l'utilizzo del ... (pomata a base di tacrolimus), ma da due anni continuo ad avere forme violente di herpes simplex proprio al viso dove in particolare colpisce l'eczema atopico. Quest'anno dopo quattro mesi di ...  (antiretrovirale a base di valaciclovir) è ricomparso dopo un mese ma quali possono essere le cause? Le mie labbra adesso sono gonfie e circondate di rosso e anche mani e polsi quando lavo i piatti sono molto irritate. Come posso migliorare la situazione? Soprattutto per l'herpes che ha colpito collo ed un occhio e mi ha costretto ad un ricovero di otto giorni Distinti saluti

Purtroppo l'Herpes può essere una complicazione in chi soffre di dermatite atopica e può riattivarsi nelle fasi di stress o di altre malattie intercorrenti, ma non vorrei da quanto Lei scrive che chiami "Herpes" anche le manifestazioni della sua dermatite, in quanto le labbra gonfie e secche e i polsi rossi potrebbero essere propri della dermatite atopica. Se è risultata allergica ai parabeni alle prove epicutanee attenzione ai detersivi, si protegga sempre le mani e usi creme con meno componenti possibili, senza profumi e nickel-free, anche per il viso e altre parti del corpo. Importante per le decisioni terapeutiche è che si faccia seguire da una persona esperta e che non faccia da sola. Dott.ssa A. Di Landro BG - CentroStudiGISED

 

Salve sono una ragazza di ... anni che non ha mai sofferto di acne però da circa 2 anni il mio viso (nello specifico vicino le arcate sopraccigliari e sul mento) mi si formano delle pustole enormi piene di liquido e di pus che fatico a far andare via e lasciano evidenti segni rossi sulla pelle. Inoltre quando iniziano a formarsi mi si infiammano le ghiandole sotto il mento oppure mi si appanna la vista (a seconda dell'area del viso in cui si formano) ed ho continue fitte molto dolorose accompagnate da prurito. Preciso che mi si formano particolarmente quando attraverso particolari periodi di stress e nel periodo estivo. Ho sentito i pareri di più medici ma qualcuno mi ha detto che si tratta di herpes ed altri di follicolite. A chi devo credere? Ed eventualmente quali sarebbero i rimedi da adottare?

Da quanto descrive, lesioni flogosate accompagnate da linfoadenopatia reattiva con dolore e prurito, sembra maggiormente che la sua patologia possa rientrare in un Herpes simplex recidivante e non di una follicolite, ma sarebbe opportuno poter vedere le lesioni nelle primissime ore del loro sviluppo per una esatta diagnosi. Se si trattasse di herpes, un ciclo di aciclovir per os per 3 mesi o più potrebbe aiutarla a bloccare le recidive. Dott.ssa A. Di Landro Bg - CentroStudiGised

 

Gentile dottore, spero tanto di ottenere una risposta per il mio problema. Sono una donna di ... anni, quattro mesi e mezzo fa ho avuto un rapporto non protetto da profilattico con un uomo che conosco da anni e che non mi è mai sembrato malato, ma dopo due giorni ho avuto una cistite acuta, fatto il tampone vaginale era tutto nella norma. Però subito mi è comparso un brufolo molto pruriginoso e pungente sulla natica sinistra che ben presto si è trasformato allargandosi e ne sono formati altri piccoli in torno tutti pieni di vescicolette. Sono corsa da un dermatologo spiegandogli le mie ansie. La diagnosi, solo in base all'esame visivo, è stata herpes zoster. Mi ha detto di stare tranquilla che non è a trasmissione sessuale e che era solo il risvegliarsi della varicella dovuto allo stress. Ok, ma io credo che avrei dovuto fare un test, o un'analisi sierologica invece niente. Oggi mi sono accorta di avere una piccola lesione all'interno del piccolo labbro sinistro vulvare, è larga quasi 5 mm e sembra tutta piena di vescicolette, anche se non vedo molto bene, ma è chiaramente piena di liquido chiaro. Io temo che si tratti di herpes genitale anche se nella zona non sento più che un lieve e delocalizzato fastidio, e un leggero prurito generalizzato alle gambe e natiche ma senza altri segnali visivi. Ho fatto l'ematocrito con formula e sembra tutto nella norma. Se fosse HSV2 dovrebbe risultare qualche anomalia negli esami? e se invece fosse HSV1 (soffro di herpes labiale periodicamente)? Non so che fare, ho fatto due visite ginecologiche con ecografia interna in questi ultimi quattro mesi ed entrambe le volte il responso è stato:"nessuna patologia ginecologica in atto". Dovrei vedere nuovamente un dermatologo immediatamente? La prego di rispondermi tra le FAQ del sito e non privatamente, vorrei fosse rispettata la mia privacy visto che questo PC non lo uso solo io. Grazie molte anticipatamente.

Gentile signora, la diagnosi di herpes zoster e di herpes simplex è solitamente clinica (cioè basata sull'osservazione diretta da parte del medico) e non richiede di norma particolari accertamenti di laboratorio. Esiste un esame del sangue (ricerca anticorpi anti herpes simplex tipo 1 e 2) che può essere fatto nei casi dubbi ma che non è di grandissima utilità pratica (falsi positivi sono possibili in caso di presenza di fattore reumatoide, inoltre gli anticorpi neutralizzanti restano positivi per tutta la vita anche a seguito di un singolo episodio di contatto con il virus). Le consiglierei di non allarmarsi troppo, infatti si è correttamente sottoposta a visita ginecologica e dermatologica con esito rassicurante. Chiaramente se il problema persiste potrà consultare nuovamente il suo dermatologo di fiducia per eventuali provvedimenti (ad es. nel caso di herpes ricorrente è possibile fare una profilassi con aciclovir). Cordiali saluti. Dr. Lorenzo Peli - GISED

 

Sono affetta da herpes labialis da quando sono nata. Più o meno mi viene ogni mese, più o meno forte. Adesso me ne sono venuti 5 insieme e non so che fare. Ho provato... ma ormai mi sono sensibilizzata ai prodotti, penso, se è possibile. Ho fatto molte analisi ed è venuto fuori che gli anticorpi contro l'herpes ce li ho, ma non si sa perchè mi venga sempre allora. Ho sentito parlare di compresse e di vaccino ma il mio medico dice che sono solo per il fuoco di sant'Antonio. Che fare? Spero che risponderà al mio problema. Grazie

Cara Signora, l'herpes labiale ricorrente consegue alla riattivazione del virus dell'herpes simplex che dopo l'infezione primaria persiste nei gangli nervosi dei nervi sensitivi. L'immunità umorale (gli anticorpi) e quella cellulo-mediata non conferiscono una protezione da episodi ricorrenti. Alcuni fattori, come l'esposizione intensa al sole e lo stress psico-fisico, possono scatenare tali episodi. Nel caso di episodi ricorrenti frequenti, può essere indicata una soppressione con aciclovir per bocca. Cordiali saluti Dott. Luigi Naldi coordinatore Gruppo Italiano Studi Epidemiologici in Dermatologia

 

Gentile dottore, avvertendo fastidio e bruciore a livello delle grandi labbra 15 giorni fa mi sono recata dal ginecologo, temendo qualche infezione. Premetto che ho partorito da 5 mesi e che durante la gravidanza avevo fatto un tampone per l' herpes per una vescicola abbastanza grande, individuata durante una visita , che non dava fastidio assolutamente e che è rimasta invariata da allora.ll tampone era risultato negativo e la ginecologa che lo aveva eseguito aveva escluso l' herpes anche dall' aspetto. Il mio ginecologo ha detto che sospettava nuovamente l'herpes perchè la zona era molto infiammata, presenta delle ragadi, anche se ha detto che la zona è comunque la parte che si è lacerata nel parto. Si trattava di circa dieci bollicine con la punta biancastra, non riuniti a grappolo come nell' herpes labiale. Anche mio marito presentava delle piccole bollicine biancastre, che non erano a grappolo, e che davano solo un limitato fastidio e che sono sparite in 2-3 giorni. Il mio ginecologo ha chiamato un dermatologo, che ha confermato la probabile infezione da herpes, escludendo che le bollicine di mio marito fossero la stessa cosa e mi ha detto di recarmi a fare un vetrino tre giorni dopo. Ha detto che comunque poteva anche trattarsi di batteri. Per mia tranquillità ho anche fatto le analisi del sangue ed i tamponi. Tre giorni dopo quando mi sono recata in clinica non è stato possibile fare il vetrino perchè ero già guarita, ma ha detto che la vescicola che ho non c' entra niente con l' herpes ed è solo un esito (...esito di che cosa?): I tamponi sono risultati negativi, ma è anche vero che semmai l' infezione da herpes era esterna; le analisi del sangue sono risultate positive per le IGM e negative le IGG (non si distingueva tra herpes 1 e 2). Devo quindi desumere che ho contratto l' herpes per la prima volta? E da chi, se secondo il dermatologo mio marito non lo ha e visto che essendo malata ero stata dieci giorni in casa? Non riesco a capacitarmi di come lo possa avere preso. E' il caso che anche mio marito si faccia l'analisi del sangue? Ogni quanto devo aspettarmi le recidive e visto che allatto è necessaria la terapia antivirale in caso di recidiva? Sono molto angosciata dalla cosa, per cui la ringrazio fin da ora per la sua attenzione. Distinti saluti

Da quanto descrive sembra proprio possa essersi trattato di un Hepes genitalis primario, in genere molto doloroso e a risoluzione spontanea in pochi giorni; quello che ha avuto suo marito può essere stata una manifestazione minima della stessa infezione, che non da alterazioni degli esami del sangue. Le IgM positive in lei confermano l'infezione recente, anche se questi esami non sono significativi al 100%. Quale sia Il suo rischio di recidive non può essere stabilito esattamente, potrebbe anche non averne. Attenzione comunque ai rapporti sessuali, lasci passare un certo periodo prima di avere rapporti non protetti, perchè non è ben definito fino a quando l'infezione può essere trasmessa. Cordialità e non stia spaventata. Dott.ssa Anna Di Landro - GISED. P.S. Se ricominciasse a sentire prurito e bruciore, si faccia vedere subito per una conferma della diagnosi e eventuale terapia.

 

Ringraziando e complimentandomi per il vostro sito porgo la mia domanda: con il fuoco di S. Antonio è possibile fare il bagno al mare e prendere il sole?

No, se ci sono le vescicole assolutamente no, bisogna tenersi medicato e coperto onde evitare ulteriori infezioni. Cordialità, Dott.ssa A. Di Landro - GISED

 

Sono affetto da herpes simplex con complicazioni di eritema polimorfo, ho preso lo... ma continuamente mi ritorna questa sindrome, sono stato da un immunologo e dice che lo... non serve servono degli antibiotici, cosa devo fare per alleviare almeno il prurito che ho su tutta la persona? Grazie

Ma ogni quanto Le ritorna l'herpes? è labialis? In genere la terapia cronica con aciclovir ha una certa efficacia nel ritardare per lo meno gli episodi sia erpetici che di eritema polimorfo conseguente. Non si capisce su che teoria l'immunologo si basi per consigliarle l'antibiotico. Per il prurito può assumere un antiistaminico del tipo cetirizina che non da sonnolenza ed è ben tollerato anche per lunghi periodi. Cordailità, Dott.sas Anna Di Landro - GISED

 

Sono una donna di ... anni. Ho sempre avuto l'herpes simplex localizzato sulle labbra e il naso e l'ho tenuto sotto controllo con lo... Da un anno esso si presenta con minore frequenza ma ogni 15 giorni mi compare un formicolio alla lingua, seguito da sensazione di ustione e da ipersensibilizzazione delle papille gustative; successivamente compaiono afte molto dolorose sotto alla lingua. Vorrei saper che correlazione c'è tra l'herpes e l'evento da me descritto e inoltre vorrei sapere a che tipo di specialista mi posso rivolgere dal momento che l'otorinolaringoiatra non mi è stato d'aiuto. Grazie mille

Essendo l'eziologia delle afte ancora sconosciuta, esattamente perchè vengano non si sa, è difficile risponderle con precisione, in quanto si suppone ci possa essere una correlazione con infezioni virali e quindi potrebbe esserci anche un legame con l'infezione herpetica. Fasi di stress possono favorirne la recidiva. Un buon dermatologo potrebbe aiutarla per lo meno nel ridurre la sintomatologia dolorosa, in quanto terapia risolutiva per le afte ancora non esiste. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Gent.mi, al mio fidanzato (... anni) da circa 8 mesi compaiono saltuariamente delle pustole/bolle di colore chiaro/biancastre di circa 3-4 mm e dalla forma irregolare sotto il glande. Premetto che ha già fatto una vista specialistica da un rinomato dermatologo il quale l'ha visitato più volte per poter vedere bene le vescicolette quando comparivano; gli ha infine diagnosticato l'herpes simplex e come cura gli è stata prescritta una crema e delle pastiglie. Mi sono documentata in Internet e ho fatto una vista ginecologica dal quale risulto sanissima, ma ora mi sorge il dubbio che il mio fidanzato non abbia l'herpes simplex in quanto queste vescicolette non gli hanno mai causato fastidi, ne prurito ne bruciore e io non l'ho mai contratto (cosa che doveva succedere nel caso di Herpes simplex) pur avendo rapporti non protetti (assumo la pillola) e fatti anche quando ci sono le vescicolette. C'è la possibilità che non sia herpes simplex? Se invece così fosse, potrei io averlo già contratto e non accorgermi in quanto non attivo? Vi ringrazio per la disponibilità e nell'attesa di una vostra risposta porgo cordiali saluti.

Dall'andamento clinico, la descrizione ecc., non c'è da pensare ad altre ipotesi se non che si tratti di un herpes genitalis, su questa infezione ci sono ancora molti quesiti aperti, per cui è possibile che lei non sia stata contagiata o che non sia doloroso, comunque attenzione perchè l'infezione si può sempre avere, specialmente nei giorni che precedono l'eruzione cutanea.Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Salve, sono una mamma di un bimbo di ... anni e mezzo e le scrivo perchè ho un grosso dubbio e non so come comportarmi. Premetto che non ho ancora sentito la mia pediatra perchè è in ferie e quindi mi rivolgo a lei. Mio figlio da 4 giorni ha la varicella, avrei dovuto portarlo in ..., al mare dai nonni per stare con loro un mese, mentre la mamma e il papà restano in città al lavoro, ma non se ne fa più nulla. Adesso il mio dubbio è se potrò mandarlo al mare quando le bolle avranno lasciato il posto alle croste e se può darmi qualche consiglio su come comportarmi e come aiutare la sua pelle. La ringrazio anticipatamente.

Sì certo, il bambino potrà andare al mare quando le lesioni saranno regredite in toto; nel frattempo è utile che il non si gratti le lesioni per cui si associa un antiistaminico per os proprio per sedare il prurito. Localmente basta del talco mentolato. Dott.ssa Anna Di Landro - GISED


Aggiornato il 18 nov 2014  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Mostra "Arte e Pelle", San Donato Milanese