Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Gustave Moreau e i tatuaggi

Servizi online

Salomé dansant devant Hérode

» Torna alla Galleria


















Salomè che danza davanti a Erode
(Gustave Moreau, 1826-1898)

Gustave Moreau nacque a Parigi nel 1826, dove morì nel 1898. Fu durante un viaggio in Italia che si avvicinò all'arte dei pittori cosiddetti primitivi, a Mantegna ed altri, spingendosi verso una pittura di tipo preraffaelita.

Nella fase matura della sua attività due sono i concetti di base del pensiero di Moerau: la bella inerzia e la ricchezza necessaria che l'artista cerca di tradurre nelle sue opere, ricche di suggestioni simboliche, dai colori vivi e preziosi come smalti.

L'opera di Moreau si pone fuori dalle correnti del realismo e dell'impressionismo, ma sembra anticipare invece il simbolismo, ispirando anche il movimento surrealista.

Le sue opere sono conservate in un museo a lui dedicato, il Musée national Gustave-Moreau.

Nel ritratto Salomè che danza davanti a Erode un gran numero di tatuaggi appaiono quasi vestire il corpo della giovane Salomè, coperto solo da un prezioso mantello trasparente.

Oggi la pratica del tatuaggio è ancora presente così come i problemi correlati al desiderio di alcuni di eliminarli completamente (vedi qui).


Aggiornato il 28 nov 2016  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email