Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Condilomi

Servizi online

Condilomi

I condilomi acuminati sono lesioni virali, di consistenza molle e del colore della cute normale, che compaiono sulla mucosa anogenitale od orale o sulla cute; sono causati da ceppi del virus del papilloma umano (HPV) trasmessi nella maggior parte dei casi per via sessuale o attraverso contatto con superfici contaminate in ambienti quali bagni, palestre o piscine.

Terapie in uso

Le terapie comprendono escissione chirurgica, elettrocauterizzazione, crioterapia, applicazione di acido tricloroacetico o impiego di farmaci come l'imiquimod o la podofillina.

Terapie in studio



Sono una ragazza di ... anni, ieri durante visita ginecologica mi è stato trovato un condiloma sicuramente contagiata da mio fratello usando lo stesso bagno quando ancora non sapeva di averli...settimana prossima appuntamento per colposcopia... la cosa che mi preoccupa di più è la mia bambina di tre anni la posso contagiare? Lei dorme con me cosa evitare? In più mio marito non ha nessun sintomo, esistono esami del sangue da poter fare per vedere se è stato infettato da me? Se si quali? Grazie

Con la bambina eviti eccessiva promiscuità anche nel bagno (contatti con la pelle perigenitale). Per suo marito  siste la ricerca del virus nello sperma ma anche questo non è del tutto diagnostico. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Mi sono stati riscontrati alcuni condilomi in zona genitale. Durante la prima seduta mi sono stati bruciati con il laser e purtroppo mi sono rispuntati in numero superiore. Alla seconda visita il dermatologo mi ha consigliato di applicare ...crema (abase di imiquimod) per tre volte a settimana per due mesi. In associazione con Braderm Verruxine una bustina al giorno. Il mio problema è che le applicazioni della crema sembrano funzionare in quanto i condilomi sembrano rimpicciolirsi giorno dopo giorno ma sulla pelle sana ho iniziato a riscontrare la presenza di irritazioni preoccupanti e simili a bruciature da "sigaretta". La mia preoccupazione è legata al fatto che se tali ferite si rimargineranno da sole senza segni o meno e se devo in tal caso sospendere il trattamento e applicare qualche prodotto.

Sono lesioni "attese" sospenda le applicazioni solo se insopportabili e in questo caso applichi gentamicina con betametasone, ma allora ne parli con lo specialista. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Buongiorno, ieri mi sono sottoposta a bruciatura col laser di numerosi condilomi esterni e mi è stato detto solo di disinfettare la ferita qualche volta al giorno con betadine...ho paura che si infetti quindi c'è altro che posso fare? Posso pulire con l'acqua senza problemi? Inoltre tra pochi giorni ho il ciclo, come mi devo comportare? Infine se dopo diverso tempo dall'operazione i condilomi non si ripresentano significa che sono guarita o che devo vivere col terrore che un giorno possono tornare? Grazie

Bruciare i condilomi non significa eliminare il virus pertanto le recidive sono possibili. Può lavarsi con acqua ed eventualmente

 

La sola visita venereologica permette di escludere la presenza di condilomi sotto la lingua pur essendoci delle escrescenze? È un anno ormai che ho notato la presenza di escrescenze sotto la lingua e mi sono recato presso un dermatologo il quale visitandomi mi assicura che non vi sono lesioni hpv correlate. Queste escrescenze sono aumentate in numero e dimensione e ho notato una cosa simile sotto la lingua della mia ragazza. Cosa mi consiglia di fare? Sono molto preoccupato per entrambi.

I condilomi del cavo orale hanno caratteristiche ben riconoscibili e d'altra parte in quella sede sono frequenti delle estroflessioni mucose "fisiologiche". Se proprio avete il sospetto consultate un altro specialista, anche se non mi pare di intravedere estremi di preoccupazione.  Prof. Cleto Veller Fornasa - CentroStudiGISED

 

Buon giorno ho... anni e qualche mese fa, in seguito a pap test mi hanno diagnosticato il papilloma virus...sono separata e non ho più avuto rapporti dal ..., non frequento palestre, piscine saune o cose simili...è possibile che sia stata contagiata dal mio ex nel ... e che lui non abbia nessun sintomo? Grazie mille spero in una sua risposta

È possibile, così come è possibile che il contagio sia avvenuto anche prima. La presenza del virus non comporta necessariamente la presenza dei condilomi. Prof. Cleto Veller Fornasa - CentroStudiGISED

 

Sono una donna di ... anni. Questa estate ho avuto un problema di condilomi, trattati con ... (a base di podofillotossina) per 2 volte consecutive a distanza di circa 1 mese. Ho una relazione fissa da ... anni e il mio attuale fidanzato ha avuto i condilomi circa ... anni fa senza più ricomparsa. È andato a fare una visita dermatologica e microscopicamente non ha nulla e gli hanno detto che è impossibile che sia stato lui a contagiarmi. Io non ho avuto altri rapporti da quando sono con lui e la ginecologa mi ha detto che i condilomi si trasmettono solo sessualmente. Vorrei una risposta sincera e sicura da voi. I condilomi si possono trasmettere anche in altro modo? Grazie dell'attenzione.

Effettivamente si considera la presenza di condilomi, dovuti al virus HPV, una malattia a Trasmissione Sessuale (Sexual transimitted Disease), ma ormai si sa che in una bassa percentuale dei casi la malattia si può manifestare senza che si sia contratta sessualmente, e ne sono favorite persone che frequentano luoghi pubblici, come piscine, palestre, saune, vasche idromassaggio, ecc., per cui non dubiti del suo partner! Dott.ssa Anna Di Landro Bg - CentroStudiGised

 

I condilomi possono guarire definitivamente oppure possono ritornare, se uno volesse avere rapporti con il patner deve astenersi totalmente?

Se il virus non è scomparso grazie al sistema immunitario del soggetto, rimane latente e i condilomi possono tornare, il contagio ovviamente è più facile quando essi sono presenti. Il rapporto protetto è indicato. Prof. Cleto Veller Fornasa - CentroStudiGISED

 

Salve dottori, volevo sapere la vostra riguardo la "condilomatosi florida vulvo perineale" che da un paio di mesi si manifesta alla mia ragazza. Ho letto che si manifesta per contatto sessuale e/o intimo con le parti genitali, ma vorrei capirne la causa primordiale, ovvero da dove sbuca e come "nasce" prima della trasmissione col partner. Questo non mi è chiaro per nulla e mi da molti dubbi riguardo la situazione che vivo con la mia ragazza. ... Mi chiedo com'è possibile che cio' si sia manifestato solo dopo mesi, che protetto o no, io non ho avuto conseguenze (spero di no anche in futuro) dopo i rapporti durante questa infezione...per prevenzione (dato che abbiamo saputo solo dopo la visita ginecologica) abbiamo smesso di avere rapporti intimi! La mia compagna soffre di molto stress e difese immunitarie basse, con mancanza di vitamina K, potrebbero essere la causa della "nascita"? Come e perchè nasce e come si fa a capire se un individuo ce l'ha così da evitare la trasmissione? (al di la del vaccino di prevenzione) Grazie in anticipo e spero in una vostra celere ed esaustiva risposta...in quanto fino ad oggi (su 4 ginecologi) nessuno ha risposto in maniera soddisfacente nè è riuscito ad aiutare la mia compagna...e intanto questo si propaga di giorno in giorno! Vi prego, help! :(

Questo quadro è legato all’infezione di un virus, l’HPV, che praticamente è la causa delle verruche cutanee e anche questi condilomi sono varianti di verruche che insorgono sulle aree genitali. Questa patologia è in aumento nella popolazione giovane e si considera che possano trasmettersi per il 70-80% per via sessuale ma per il 20-30% non per questa via, quindi non si può dedurre semplicemente che la sua partner sia stata infettata da una terza persona. Chi frequenta palestre, piscine, saune, vasche idromassaggio più facilmente può contrarre questa infezione. Importante ora è non tormentarsi su come si sia infettata, ma che si curi bene per guarire completamente. In genere si esclude possa esserci nel paziente una immunodeficienza, quindi con test ematici specifici, che potrebbe favorire l’infezione. Saprà che oggi le giovani donne sono vaccinate nei confronti di questo virus, perché alcuni suoi tipi, e non sono quelli che danno i condilomi!!, possono favorire l’insorgenza del tumore della cervice uterina nell’età adulta. Dott.ssa Anna Di Landro Bg - CentroStudiGised

 

Buon giorno. Io ho avuto i condilomi circa 18 anni fa, risolti con elettroago in alcune sedute. Ho rieseguito i controlli dovuti, a suo tempo, dopo 6 mesi ed un anno, tutto bene. Da allora non ho più avuto di questi problemi, ed ho rieseguito il test con acido acetico l'anno scorso due volte presso due medici diversi, anche qui tutto bene. La mia attuale compagna, nell'ultimo pap test, quindi dopo 3 anni che ci frequentiamo, ha riscontrato delle cellule anomale. È possibile che abbia trasmesso questa infezione? Il test HPV per l'uomo è sicuro, se non ha manifestazioni di condilomi da così lungo tempo? Grazie

Se si sono avuti i condilomi anni prima, che sono completamente guariti, anche se il test all’acido acetico non si esegue quasi più in quanto non specifico, e attualmente la sua partner ha evidenziato al Pap-test segni di infezione da HPv, non è detto che sia stato Lei ad infettarla. Ormai si considerano a rischio anche frequentatori di palestre, piscine,saune, vasche idromassaggio, ecc. Il test HPV per l’uomo è un test che ancora non si esegue a tappeto e anche se fossero presenti in lei aspetti del virus, questo non significherebbe “malattia”. Dott.ssa Anna Di Landro Bg - CentroStudi Gised

 

Salve sono una ragazza di ... anni e ho una relazione stabile col mio ragazzo da oltre un anno. Al mio ragazzo è stato diagnosticato il condiloma (che purtroppo aveva prima di conoscermi e non li ha fatti controllare) e questa settimana farà la prima bruciatura. Io ho la visita ginecologica tra più di un mese e sono parecchio preoccupata perchè abbiamo avuto rapporti protetti solo da contraccettivi ormonali. Mi sono sottoposta al vaccino; è efficace? Posso stare tranquilla? Grazie mille in anticipo!

Il tuo partner è affetto da Verruche genitali che, non essendo state curate subito, si sono in questo periodo moltiplicate e non avete usato il preservativo per evitare la trasmissione con i rapporti sessuali; ma importante è il fatto è il fatto che tu sei stata vaccinata contro l’Hpv per cui dovresti avere una certa “protezione” nei confronti dell’infezione. Dobbiamo comunque consigliarti di fare attenzione fino a che non è guarita anche l’ultima verruca nel tuo ragazzo. Dott.ssa Anna Di Landro Bg Gised

 

Salve, vi espongo il mio problema. Circa due anni fa mi sono accorto della presenza di condilomi sulla parte superiore del pene, in altre parole dove crescono i peli pubici. Mi sono sottoposto per ben 1 anno e mezzo alla crioterapia effettuata da un medico dell'Asl. Constatando i pochi risultati ho ritenuto opportuno un altro parere medico. Il secondo dermatologo dopo la visita mi ha prescritto ..., un liquido (a base di podofillotossina) da mettere con cura su ogni condiloma e di prendere per bocca ... (un integratore) per aumentare le difese immunitarie. Inoltre mi ha detto che nel giro di 20/30 gg i condilomi dovevano sparire. Purtroppo sono ricomparsi. Esiste una soluzione piu consistente? Anche a livello chirurgico? Come posso fare? Chiedo un aiuto a voi nella speranza di risolvere il mio problema.

La sua è un po’ la storia frequente di chi ha questa patologia; i trattamenti che ha eseguito sono tutti validi ma si sa che nel 30-40% dei casi le lesioni tendono a recidivare. Non so se ha eseguito esami ematici, ma in genere si consiglia di escludere una immunodeficienza che potrebbe favorire la continua recidiva; non si spaventi, ma in genere si consiglia di fare il test HIv. Forse doveva insistere di più con l’ultimo topico prescritto, applicandolo qualche giorno in più dopo la regressione delle lesioni, per una maggior sicurezza dell’esito. Il trattamento chirurgico consiste nel curettage delle singole lesioni, ma anche questo non esclude recidive. Dott.ssa Anna Di Landro Bg – CentroStudiGised

 

Ciao, (...) da qualche mese ho scoperto che ho verruche genitali... la mia domanda è come posso sbarazzarmi di loro...c'è un modo?  Grazie

Queste lesioni possono essere trattate con diversi metodi che variano dall’applicazione di topici che poco alla volta le fanno morire ad interventi chirurgici di asportazione in anestesia locale. Non sono metodi velocissimi, in quanto spesso queste verruche tendono a rifarsi e bisogna reintervenire, per cui è importante che siano trattate correttamente; degli ambulatori specifici li può trovare presso i nostri ospedali, chiamati in tutta Italia Ambulatori MTS (Malattie a trasmissione sessuale). Dott.ssa Anna Di Landro Bg - CentroStudiGised

 

Chiedo un consulto. Ieri mattina in data ..., sono andata in ospedale per bruciare una verruca plantare molto profonda sul tallone piede dx, con la DTC ovvero diatermocoagulazione; avendo fatto più cicli di crioterapia intervallati nel tempo da novembre 2011, ma non stati sufficienti per la rimozione (il medico l'ha definita una verrucona gigante!!!) Ieri sera, la ferita ha incominciato a perdere un po' di sangue, nonostante fosse ben medicata, ho visto delle macchie rosse sulla garza. Il medico che mi ha operato ha detto lui stesso che è normale e di tenermi a riposo per almeno 15 gg. Oggi purtroppo nuovamente, mi sono solo alzata per camminare dentro casa, le macchie sono aumentate. Ho avuto la necessità di medicarmi nuovamente il diametro della ferita scoperta è circa 2 cm. Siccome non mi sono stati detti, vorrei sapere i tempi e giorni di guarigione per la ferita, e soprattutto le precauzioni da prendere, sia adesso che si sta avviando la cicatrizzazione sia dopo. Quanti giorni ci vorranno per cicatrizzarsi più o meno? A metà luglio potrò andare a mare? Sono un po’ demoralizzata, sono una ragazza di ... anni e il piede in queste condizioni mi desta veramente angoscia. Spero veramente che torni tutto apposto in tempi rapidi. Invio cordiali saluti in attesa di una risposta.

Penso che la riparazione totale interverrà in circa un mese, riposi per i 15 gg consigliati e se cicatrizzata vada al mare. Speriamo poi che la verruca non ricresca! Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Ciao ho ... anni e ho il virus hpv. Avevo i condilomi e per circa 8 settimane ho messo la crema ... e me ne erano rimaste 3 che sono state bruciate. Ora ho fatto la biopsia per vedere se ho qualcosa all’utero. Il mio ragazzo invece non ha fatto nulla, nessuna visita, e quindi non so se ha qualcosa. E’ possibile che  mi abbia contagiato di nuovo? Su di lui che può succedere di negativo? E su di me? Vorrei risolvere tutto questo il prima possibile, non ne posso più psicologicamente e anche fisicamente dato che tutte le visite fatte sono state abbastanza dolorose. Mi risponda il prima possibile. Grazie mille

Se Lei è stata trattata per Condilomi, è importante che anche il suo ragazzo si sottoponga a una visita per escludere che lui abbia lesioni in atto, in quanto altrimenti rischiate di continuare a trasmettervi l'infezione. Basta per il maschio l'esame clinico, in quanto altre indagini possono dare false risposte (test acido acetico) e anche la penoscopia può servire solo se ci sono dubbi clinici. Il rischio è che se ne ha e non li tratta si possano moltiplicare sempre di più rendendo difficoltoso il trattamento; omettiamo il problema che l'HPV sembra implicato nel favorire i tumori anche nel maschio. Dott.ssa Anna Di Landro BG - CentroStudiGISED

 

Buongiorno, vorrei chiedere se dopo un intervento di diatermocoagulazione per rimuovere verruche da HPV su glande, sia consigliabile l'utilizzo di qualche crema tipo imiquimod o altre al fine di rendere il più efficace possibile la terapia per l'eliminazione della ricomparsa di verruche appunto. In caso cosa consiglierebbe di fare? Grazie mille.

I condilomi Le sono stati asportati correttamente, ora potrebbero recidivare, e per questo deve tenersi controllato per circa 6 mesi, ma non ci sono terapie sia topiche che per bocca o altro che possano ridurre il rischio di recidiva, stimato di circa il 30%. Anche la crema a base di imiquimod serve a trattare i condilomi, ma sarebbe eccessiva applicarla senza lesioni in atto, le brucerebbe tutta l'area con grande irritazione! Dott.ssa Anna Di Landro Bg - CentroStudiGISED

 

Salve ho .. anni, io ho avuto rapporti con un ragazzo che era in cura per condilomi, anche non protetti ... , ho fatto la visita ginecologica e nulla ... E' sicuro che prima o poi mi si presentino? Devo da ora in poi con chiunque avere rapporti solo protetti?

Se Lei si è curata e non ha più lesioni in atto, deve tenersi controllata per circa 6 mesi, in quanto questi condilomi potrebbero ancora recidivare, e questo in genere succede nel 30-40% dei casi. Dopo questo periodo, se non ha più manifestazioni, si consideri guarita, anche se vanno sempre eseguiti controlli clinici e Pap test. Non viva nel terrore, in quanto in genere anche queste infezioni, dopo anche 2-3 recidive, si risolvono. Dott.ssa Anna Di Landro Bg-CentroStudiGISED

 

Buongiorno, da due mesi sto effettuando il trattamento per eliminare alcuni condilomi sotto il glande. Il trattamento non è stato doloroso, ma vedo che ne stanno comparendo altri. Volevo porre una domanda: si guarisce da questa infezione? Non c'è un antibiotico che possa bloccare il condiloma? Grazie per la gentile risposta che mi fornirete.

E' tipico della verruca genitale o condiloma tendere a recidivare,ma non ci sono pomate che blocchino l'infezione; bisogna di fronte ad ogni elemento iniziare subito la cura, che può essere a base di prodotti da applicarsi localmente o con metodi chirurgici (lei non specifica che terapia abbia fatto). Ad un certo punto comunque il tutto smette e guarisce. Dott.ssa Anna di Landro Bg - CentroStudiGised

 

Mia moglie ha avuto i condilomi, e dopo varie cure ora è guarita. Senz'altro l'ho contagiata io, che, però, non ho nessun sintomo. Dottore come faccio a sapere se sono portatore sano? Posso guarire se lo sono? C'è sempre il pericolo che avendo rapporti con mia moglie possa ricontagiarla? La ringrazio anticipatamente.

Può eseguire la ricerca del virus HPV nello sperma. Prof. Cleto Veller Fornasa - CentroStudiGISED

 

Gentile Dottore, ho il sospetto di avere contratto i Condilomi acuminati da HPV sia a livello vaginale, sia orale. Il sospetto mi nasce per il fatto che, a quattro mesi e mezzo da un rapporto non protetto, noto delle pieghe nell'ostio vaginale, delle quali sento anche l'ingombro, e delle lesioni a forma di brufoletti all'interno delle piccole labbra entrambe di colore rosato. A livello orale invece percepisco e vedo anche allo specchio delle zone rilevate nella superficie interna delle guance. Ho consultato un ginecologo che mi ha detto che si tratta di pieghe normali e che forse potrebbero essere Condilomi ma non gli sembravano. Inoltre l'ultimo Pap-test che ho fatto a fine novembre 2002 non evidenziava HPV. Mentre un dermatologo mi ha detto che in bocca non ho proprio niente, tranne forse dei piccoli accumuli di sebo sottocutanei nella zona laterale delle labbra. Eppure io vedo anche all'interno del labbro delle zone rilevate di forma circolare e dei piccoli ematomi. Se fossero Condilomi crescerebbero in fretta e potrei notare dei cambiamenti? Potrebbero guarire spontaneamente? Un'ultima domanda, se non fossero Condilomi si potrebbe trattare di qualche altra malattia venerea? Sò che non è facile diagnosticare senza vedere, ma almeno potrebbe dirmi se devo approfondire consultando altri specialisti o facendo esami di laboratorio? Ringraziandola anticipatamente, cordiali saluti.

Gentile signora, direi di tranquillizzarsi. Credo che gran parte dei problemi siano connessi con l'ansia ed i timori conseguenti al rapporto non protetto che ha avuto. E' buona norma, in generale, utilizzare adeguate protezioni quando si hanno rapporti occasionali. L'esame clinico è il principale mezzo con cui diagnosticare infezioni da HPV. Sulla base di quanto dichiarato dal ginecologo e dal dermatologo, direi di stare tranquilla. Eventuali esami per diagnosticare malattie veneree dipendono dal quadro clinico e non mi sembra che nel suo caso esistano sintomi che orientino verso una diagnosi di malattia a trasmissione sessuale. Cordiali saluti. dott. Luigi Naldi. Coordinatore Gruppo Italiano Studi Epidemiologici in Dermatologia.

 

La mia fidanzata di ... anni, mia convivente da un anno e mezzo è stata colpita da condilomi nella regione dell'ano, perineo e un po' all'interno dell'ano. Io non presento patologie di questo tipo. Lei deve fare gli esami del sangue e la colonscopia il 15 gennaio. Vorrei sapere se possibile: possono comparire anche senza essere venuti a contatto con l'HPV? E' probabile che io sia portatore di virus HPV? (anche tramite la saliva)? (io non ho segni di condilomi). Ho sentito che provengono da un possibile deficit immunitario, allora dovrei pensare che potremmo essere infetti dal virus Hiv (mistero della medicina)? Come mai allora negli organi genitali non le sono comparsi? Se è un contagio virale?

Le tue sono domande complesse, in quanto esattamente dire come la tua ragazza si sia infettata non è possibile, cioè i condilomi, o verruche genitali, dovute al virus HPV, sono considerate a trasmissione sessuale nel 90% dei casi, oggi si pensa che anche il frequentare piscine, palestre, saune ecc possa essere un rischio. L'infezione da Hiv può essere un fattore favorente e in genere chi ha l'AIDS ha tantissime verruche genitali, ma non è una costante e anche un deficit immunitario di altra natura è raro trovarlo. E' vero che si fanno i test di screening per l'HIV e per la Sifilide in chi ha i condilomi, ma non è detto che sia lei che tu abbiate queste malattie. Se tu non hai lesioni, stai attento a non infettarti, separate gli oggetti da toeletta e niente contatti sessuali se non protetti. Fino a quando la tua ragazza sarà infettiva è un alto problema, deve guarire bene da tutte le lesioni. Cari saluti, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Sono affetta da condilomi genitali, diagnosticati dal ginecologo, sia sulle labbra che in vagina. Ho già effettuato applicazioni di condilyne e due bruciature. adesso ho due problemi il primo è che credo di averne alcuni sulla lingua, il secondo è che non sono soddisfatta di come i due medici che ho contattato mi hanno seguita. Le chiedo di indicarmi, se esiste un centro specializzato a Palermo per fronteggiare questi problemi. Grazie

Gentile Signora, I conditomi genitali (o verruche genitali) sono malattie provocate da un vasto gruppo di virus noti come HPV (Human Papilloma Virus). Nell’adulto l’infezione avviene prevalentemente per contagio sessuale. La storia naturale delle verruche genitali è generalmente benigna, con tendenza alla risoluzione spontanea che può avvenire in alcuni mesi, ma anche in qualche anno. Le terapie attuali (come quella che Lei ha già effettuato) non sono in grado di garantire una completa eliminazione del virus, per cui frequenti sono le recidive. E’ possibile la comparsa di lesioni anche al cavo orale. Per quanto riguarda il suo caso, Le posso consigliare di rivolgersi ad un centro per le malattie a trasmissione sessuale (MTS), presso il quale può chiedere ulteriori informazioni ed eventualmente eseguire, se non lo ha già fatto, uno screening per altre malattie a trasmissione sessuale, in particolare per l’HIV e la sifilide. Cordialità, dott. Lorenzo Imberti - GISED

 

Ho avuto rapporti sessuali con una ragazza affetta da HPV, penso di aver preso tutte le precauzioni possibili, ma vorrei ugualmente sapere, quali possono esser gli effetti più gravi e invalidanti che questa infezione può causare nell'uomo, ma anche nella donna, e soprattutto se è vero che questa infezione a lungo andare può portare all'impotenza e all'infertilità. Inoltre desidererei sapere cosa si intende, quando si parla di trasmissione che avviene solo ed esclusivamente "PER CONTATTO CON LA ZONA INFETTA". Nella speranza di una vostra tempestiva risposta, ne approfitto per porgervi miei più Cordiali Saluti! Grazie!

Egregio Signore, per HPV si intende un vasto gruppo di virus responsabili di infezioni della cute e delle mucose genitali, queste ultime conosciute con il nome di conditomi acuminati o di verruche genitali. Più di trenta tipi diversi di virus HPV (Human Papilloma Virus) sono responsabili delle infezioni dell’area anogenitale. Negli adulti sessualmente attivi la trasmissione avviene probabilmente per contatto sessuale, sebbene sia ammessa la trasmissione anche per contatto indiretto, cioè mediante suppellettili, salviette, ecc. Il periodo di incubazione (cioè il tempo che intercorre tra il contagio e la comparsa delle lesioni visibili) varia estremamente, da poche settimane a molti mesi. Inoltre, la maggior parte delle infezioni sono subcliniche, cioè senza lesioni visibili. Molti casi risolvono spontaneamente e il decorso è generalmente benigno. La malattia non interferisce sulla funzionalità sessuale né sulla fertilità. Alcuni tipi di HPV (per fortuna la minoranza) possono però provocare col tempo la comparsa di tumori dei genitali (più frequenti nel sesso femminile, a carico del collo dell’utero) E’ buona norma, quindi, per le donne eseguire un PAPtest periodico e in caso di positività consultare un ginecologo per eseguire una colposcopia. Infine, poiché l’infezione genitale da HPV, è una malattia a trasmissione sessuale si consiglia di eseguire uno screening per altre malattie a trasmissione sessuale (MTS), in particolare per l’infezione da HIV e per la sifilide. Per eseguire tali ricerche e per avere ulteriori informazioni può rivolgersi ad un centro MTS della zona dove abita. Cordialità, dott. Lorenzo Imberti - GISED

 

Salve sono ... Ho ... anni e da piu di sei mesi sono affetto da condilomi. Mi sono sottoposto a tre "Bruciature" delle quali le ultime due dolorosissime e a 15 giorni di distanza che mi hanno lasciato la zona genitale distrutta. Convinto di essermi rivolto a un dermatologo non dei migliori mi sono rivolto ad un altro dottore, il quale mi ha prescritto una crema per riportarlo in condizioni migliori e poi provare con ... crema. Funziona? Non sono mai stato sottoposto a biopsia o esami del genere ... possono curarsi anche cosi? Grazie per la gentile attenzione.

Nei casi recidivanti cerchiamo di intervenire con la crema che ti è stata consigliata, che ha l'unico neo di essere molto costosa e deve essere applicata bene, ma porta a guarigione di casi veramente gravi. Riguardo alla biopsia, in genere nei casi conclamati non si fà; si eseguono comunque test ematici per sifilide e AIDS, in quanto queste infezioni possono essere contemporanee. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Salve, vorrei una informazione: coabito con una ragazza che ha contratto il virus HPV (Human Papilloma Virus), più comunemente chiamati condilomi. La ragazza in questione è stata ed è in cura per debellare completamente questo virus. La mia domanda è: per uno che convive con una persona infetta o semplicemente portatrice sana di questo virus è rischioso? Si può contrarre la malattia? Ovviamente senza rapporti sessuali. Tengo a precisare che abbiamo 2 bagni diversi. Ma per esempio se ci sediamo sullo stesso divano è pericoloso? Se lei si dovesse toccare nelle parti infette e poi toccare oggetti per casa, quali posate per esempio, si può rischiare di prendere il virus? Mi delucidi cortesemente, grazie.

Il rischio non è così alto come lei può pensare se non si hanno rapporti sessuali e se non si usa lo stesso bagno. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Il mio ragazzo un anno fa ha presentato un condiloma sul pene, che gli è stato bruciato dal dermatologo. Lui afferma di non aver avuto altre storie e di aver contratto questa infezione probabilmente in un bagno pubblico. Io finora sono stata bene. Da un mese però mi sono venute due piccole escrescenze una in zona perianale ed una in zona perivaginale. Il mio ginecologo mi ha consigliato di effettuare toccature con ... (a base di podofillotossina).Basterà questa terapia o sarà necessaria la cosiddetta "bruciatura"? Posso continuare ad avere rapporti o è meglio evitare fino a completa guarigione? Grazie in anticipo, distinti saluti

Certo, probabilmente ti sei infettata da lui; attenzione, fino a completa guarigione rapporti protetti! La soluzione che riferisci alla podofillotossina è efficace nel curare le verruche genitali, basta applicarla correttamente. In genere si consiglia una visita ginecologica e una rettoscopia per escludere localizzazioni interne. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Sono un ragazzo di ... anni, da qualche mese sto combattendo con condilomi nella zona perianale. Ho già bruciato per 3 volte la zona interessata in day hospital ma purtroppo sono inesorabilmente tornati. Ho provato l'... crema senza successo. Vorrei sapere se con il laser si ottengono buoni risultati e se si dove potrei appoggiarmi.

Spesso la storia di chi ha i condilomi è proprio come la sua in quanto si sa che nel 30% circa dei casi tendono a recidivare; ha eseguito la rettoscopia per escludere lesioni interne? Che se ci fossero vanno bruciate per evitare queste recidive. E' strano che non abbia risposto alla crema ..., tra gli ultimi ritrovati, l'ha usata bene? In genere si fanno esami come Hiv e Tppa per escludere malattie che possano favorire la patologia. Con il laser non ci sono risultati superiori. Dott.ssa Anna Di Landro - GISED


Aggiornato il 28 nov 2016  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email