Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Baldovino IV e la scoperta della lebbra

Servizi online

Miniatura di Baldovino IV

» Torna alla Galleria



















Miniatura su manoscritto medievale (autore anonimo, ca. 1232-1261)

Baldovino IV di Gerusalemme, salito al trono di Gerusalemme nel 1174 all'eta di soli 13 anni, oltre a dover sostenere i pesanti impegni del suo ruolo di sovrano in un periodo storico difficile, scoprì ben presto di essere malato di lebbra.

Fu l'arcivescovo Guglielmo di Tiro, suo precettore, ad accorgersi dei primi sintomi della malattia osservandolo giocare con altri ragazzi. Nel gioco i giovani si ferivano con le unghie le braccia e le mani ma, mentre gli altri mostravano di provare dolore, Baldovino sembrava sopportare stoicamente le ferite. Il maestro insospettito dalla resistenza al dolore del fanciullo riuscì a scoprire che in effetti si trattava di vera insensibilità al dolore.

I tentativi terapeutici dei medici del tempo furono inutili: la malattia progrediva fino a mostrarsi in tutta la sua realtà distruttiva. Si trattava di lebbra. Le aree più colpite erano le estremità ed il viso.

Baldovino, nonostante la sua malattia, continuò a governare e soprattutto partecipò attivamente alle Crociate ottenendo importanti vittorie contro le truppe del Saladino. Morì nel marzo del 1815.

Un manoscritto di epoca medievale mostra in una miniatura il momento in cui Guglielmo di Tiro scopre i primi sintomi della lebbra nel giovane Baldovino IV. L'immagine, contenuta nel foglio f.152v di un volume risalente agli anni tra il 1232 e il 1261, è inserita in una M iniziale istoriata a due colori.

La perdita di sensibilità è uno dei primi sintomi delll'infezione da Mycobacterium laepre.


Aggiornato il 28 nov 2016  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email