Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Approfondimenti di Dermatologia - ottobre 2009

Meeting GISED 2009

Pubblicata il 23/10/2009

Concluso anche quest'anno il
XXIV meeting annuale del GISED. Il meeting si è tenuto a Salerno, da venerdì 25 a sabato 26 settembre, organizzato dai colleghi Luigi Ligrone e Francesco Musumeci.

Il meeting è stato inaugurato nel "Giardino della Minerva", sede, nel Medioevo, della Scuola Medica Salernitana, considerata il primo esempio documentato in Europa di orto botanico.

La lettura di apertura, tenuta dal prof. Giuseppe Lauriello, ha permesso di istituire un ideale ponte tra la tradizione della scuola medica salernitana e la moderna medicina. A tale lettura è seguita una stimolante analisi delle prospettive per la nostra disciplina da parte del prof. Alberto Giannetti. E' risultato evidente come solo una crescita della ricerca scientifica possa garantire il futuro della dermatologia e la capacità di fornire risposte a problemi rilevanti da parte della comunità dermatologica.

La proiezione del cortometraggio "Confine", prodotto da ADIPSO, dopo una breve presentazione di Mara Maccarone, ha offerto una sorta di esperimento di nuova comunicazione tra medico e paziente ove il medico (Sergio Chimenti), vestendo letteralmente i panni del paziente, cerca di riviverne le emozioni.

Di seguito due presentazioni sulle prospettive farmacologiche nel trattamento della psoriasi (Luigi Naldi) e sulla necessità di un approccio multidisciplinare alla gestione dell'assistenza per tale malattia (Luigi Ligrone, Francesco Musumeci, Raffaele D'Amato, Nicola Botta).

Una sintesi dello stato del progetto sull'impatto di esercizi di scrittura nella psoriasi coordinato dall'IDI e sostenuto dall'AIFA, da parte di Francesca Sampogna, ha chiuso i lavori del pomeriggio. Nonostante le difficoltà iniziali, il progetto dovrebbe vedere l'avvio entro l'anno.

Sabato mattina i lavori sono ripresi con la presentazione di una prima proposta di un progetto di ricerca collaborativa, il programma Vitiligocare (Luigi Naldi): una rete collaborativa per la gestione clinica della vitiligine basata su criteri condivisi ove sia anche possibile implementare trattamenti innovativi.

Una presentazione di Vito Ingordo sulle co-morbidità e sulla qualità di vita del paziente con vitiligine ha evidenziato, da un lato, l'alta frequenza di autoanticorpi associati alla malattia e, dall'altro, l'impatto rilevante delle lesioni al viso e mani sulla qualità di vita dei pazienti.

Sono seguite una relazione sulla cooperazione internazionale tenuta da Annalisa Rosso ed una breve presentazione del progetto denominato EDEN Fragrance Study da parte di Marta Rossi. Quest'ultimo è uno studio europeo coordinato dal Centro Studi GISED che prevede di valutare la prevalenza di allergia da contatto a fragranze in un campione rappresentativo di 12000 soggetti adulti.

La dott.ssa Chiara Gamba ha presentato il progetto REACT, un registro dei casi di reazioni cutanee gravi da farmaco attivato nella regione Lombardia che potrebbe essere attivato con analoghi metodi anche in altre regioni.

Vi è poi stata una presentazione molto articolata sulle modalità di sviluppo di linee-guida e sulla utilità delle stesse nel migliorare la pratica clinica (Luciano Sagliocca, Francesco Cusano).

Le attività di ricerca nel campo delle complicanze cutanee del trapianto d'organo, condotte nell'ambito di una lunga collaborazione tra i centri trapianto di Verona, Padova e Bergamo, sono state l'oggetto della presentazione di Gianpaolo Tessari, giovane e valente dermatologo della Clinica Dermatologica di Verona.

Il dr. Luigi Naldi ha presentato una sintetica proposta di alcuni programmi di ricerca da condurre nell'ambito di una rete di collaborazione clinica, denominata Network clinico GISED (1).
È un programma di raccolta e valutazione di reazioni a farmaci oncologici mirati (progetto
Oncoskin), del già citato programma Vitiligocare, e dell'istituzione di una rete per lo sviluppo di studi pragmatici randomizzati multicentrici e indipendenti su problemi comuni e rilevanti come ad esempio le verruche volgari (Trial Skin Network).

Infine, il dott. Vito Ingordo ha presentato le attività del neo-costituito Gruppo Epidemiologico ADOI. Il gruppo intende mantenere la collaborazione nell'ambito del GISED condividendone, ove di interesse, i programmi. Per parte sua, il gruppo ADOI vuole promuovere formazione nel campo della Evidence Based Dermatology e delle linee-guida.

In chiusura del convegno, è stata ribadita la volontà a mantenere viva la collaborazione promuovendo, secondo le parole del prof. Alfredo Rebora, attività di ricerca nel solco della tradizione e favorendo, per quanto possibile, l'emergere di un interesse per la ricerca epidemiologica nelle nuove generazioni di dermatologi.

Il dott. Michele Pellegrino ha accettato, di buon grado, l'invito ad organizzare il prossimo incontro GISED, il venticinquesimo, a Siena insieme con la dott.ssa Antonietta Molinu.

Lunga vita al GISED!

Luigi Naldi

  1. Scheda di partecipazione al Network Clinico GISED


Aggiornato il 28 nov 2016  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email