Centro Studi GISED


Vai ai contenuti
Cambia lingua  IT EN

Angioma

Servizi online

Angioma

angiomaCi sono molti tipi di angioma. L'angioma è un tumore benigno che consiste di piccoli vasi sanguigni. Questi tumori possono essere localizzati ovunque sul corpo. Si distinguono angiomi piani e tuberosi o rilevati. Possono essere presenti fin dalla nascita o successivamente. Si distinguono emangioni, quando sono costituiti da vasi sanguigni, e linfoangiomi, quando sono formati da vasi linfatici.

Terapie in uso

In genere non sono necessari trattamenti tranne che in presenza di sanguinamento o nel caso di eccessivo fastidio. E' possibile trattare gli angiomi utilizzando elettrodessiccazione, congelamento con azoto liquido o laser. Recentemente il beta-bloccante propanololo è stato proposto nel trattamento precoce di alcuni angiomi infantili.

Terapie in studio



Buongiorno, mio figlio di ... anni ha dalla nascita un angioma al labbro inferiore che gli ha creato tutta una serie di problemi (scialorrea, ritardo nel linguaggio e nell'alimentazione), solamente due anni fa (dopo aver cambiato il medico) ha seguito una terapia durata un anno, con propanololo con successo (riduzione della massa e risoluzione delle problematiche in concomitanza con logopedia) e poi due sedute con laser con un ottimo risultato finale. Ora a distanza di 5 mesi dall'ultima seduta di laser ho notato una ricrescita della massa e una pigmentazione violacea della stessa. È possibile che abbia una riacutizzazione di questo? Quale approccio terapeutico dovrebbe essere intrapreso ora? Grazie per l'attenzione.

È possibile, credo saggio riparlarne con il laserterapista. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Buongiorno, sono un ragazzo di ... anni e fin dalla nascita ho sulla parte sinistra della fronte un angioma piano abbastanza esteso. Ho praticato un trattamento laser (dye laser) per 5 anni per la rimozione, ma a parte un sostanzioso miglioramento agli inizi, l'angioma non va via. Vorrei sapere se c'è la possibilità di asportare del tutto con la chirurgia, o che comunque sia possibile trattare in altro modo l'angioma.

La lesione va esaminata, altre possibilità esistono (steroidi intralesionali ecc..) per quanto riguarda la rimozione chirurgica dipende dalle dimensioni e da altri fattori (tipo di cute ecc), però mi pare rischioso. Non può escludere altra laserterapia.. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Gentile Dottore, mio figlio è nato con un angioma sulla fronte abbastanza grande; appena nato ed a una visita successiva ci venne detto che sarebbe regredito. In realtà cosi' non è stato e ad una visita specialistica ospedaliera ci è stato detto che è un angioma stellare e che così grandi non regrediscono ma vanno trattati con laser in anestesia totale e con 3/4 sedute dovrebbe andare via. La domanda è l'anestesia totale è dovuta al fatto che mio figlio è piccolo (quasi ... anni) e quindi è bene aspettare che cresca, oppure in ogni caso viene svolto in anestesia totale? Grazie

Esistono anche altri approcci terapeutici come gli steroidi e/o il propanololo  la scelta dipende da vari fattori e deve essere il curante a decidere il più  indicato sulla base di questi. Se il laser è la miglior soluzione va eseguito precocemente. Prof. Cleto Veller Fornasa - CentroStudiGISED

 

Buongiorno Dottore, ... mesi fa è nato mio figlio, al controllo effettuato dal neonatologo mi ha fatto notare la presenza di un angioma sul labbro inferiore che copre poco più la metà del labbro. Successivamente l'ho portato da una dermatologa che mi ha detto essere un angioma piano. Attualmente non si è modificato, nella parte inferiore (appena sotto il labbro) è spesso rosato tendente al rosso dopo la suzione, mentre è più pigmentato nella parte sopra il labbro. Le mie domande sono le seguenti: Può eventualmente sparire con la crescita senza alcun intervento? Mi consiglia di effettuare subito un trattamento laser approfittando della giovane età (non si ricorderà nulla e può esserci magari una miglior riuscita/schiaritura dell'angioma) Grazie mille Saluti

È possibile la remissione spontanea, pertanto non abbia fretta di intervenire. Oltre al laser ci sono altre possibilità terapeutiche. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Buonasera dottore, sono  una ragazza di ... anni e ho un angioma piano che si estende dal gluteo fino al ginocchio. Sono stata  trattata con dye laser ma i risultati sono pochi visto l'ampia zona da trattare e il raggio d'azione piccolo del laser. Vorrei chiedergli se ci sono altri metodi per trattare un angioma di queste dimensioni. Cordiali Saluti

Si rivolga ad un centro specializzato ospedaliero o universitario: potrebbe tentare l'embolizzazione eventualmente associata al dye laser. Prof. Cleto Veller Fornasa - CentroStudiGISED

 

Buon giorno dottore, mio figlio, ... mesi ha un angioma tuberoso dietro la nuca, che cresce anche se lentamente, il mio pediatra mi ha detto di non preoccuparmi visto che scomparirà entro i 5/ 6 anni: mi può dare un suo parere?

Spesso avviene così. Per ora controllatelo, eventualmente tra qualche mese potreste portarlo da uno specialista. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Salve, mio figlio di ... mesi presenta un angioma tuberoso dell'estensione di 4 mm sulla guancia, che dai sei mesi del bimbo non cresce più. Abbiamo fatto tre sedute di laser terapia e l'angioma si è ridotto di circa la metà. Il dermatologo mi consiglia azoto liquido, ma ho paura che lasci il segno. Mi consiglia di continuare con il laser o di provare con l'azoto? Grazie

Innanzi tutto gli angiomi tuberosi tendono alla regressione spontanea, esistono poi altri sistemi al di fuori di quelli indicati (sempre che si debba intervenire ulteriormente) comunque tra i due preferirei il laser, ma il mio pensiero vale poco non potendo vedere il bambino. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Buongiorno. Ho ... anni  e presento numerosissimi angiomi sia piatti che in rilievo in particolar modo sul tronco, braccia, viso e schiena. Visto che noto la frequente comparsa di nuovi angiomi vorrei sapere da che cosa ciò può dipendere e se può essere la spia di altre malattie. Per ora il mio "disagio" è solo dal punto di vista estetico.Grazie.

Normalmente non sono spia di nulla, raramente possono correlare con il fegato e altre volte con situazioni genetiche complesse, di cui però mi pare lei non presenti alcun segno. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Mio figlio ha un piccolo angioma sul naso che con il tempo si sta allargando. Il dermatologo lo vuole togliere con l'azoto liquido ma io ho paura che poi resti la cicatrice. Attendo una risposta, grazie dell'attenzione.

Non dice l'età del bambino nè l'estensione della lesione, spesso però si può eseguire laserterapia. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISEd

 

Salve dottore, sono un ragazzo di ... anni e ho notato che sulla gamba, sopra al ginocchio, mi è comparso un angioma nell'arco dell' ultimo anno, e adesso direi che è di considerevoli dimensioni, dato che è di circa 4 mm di diametro. Allarmato e credendo fosse un neo, sono andato dalla mia dermatologa per farmi fare la mappatura dei nei (visto che non l'avevo mai fatta e ho molti nei sparsi per il corpo): lei mi ha tranquillizzato dicendomi che era un angioma, niente di grave dunque. Poi sono tornato in ... (vivo qui) e l'altro giorno, inavvertitamente, l'ho lesionato ed ha cominciato a perdere sangue. Poi ha smesso, ma adesso è piu' scuro e gonfio, come se fosse pieno di sangue, ed è anche un po' doloroso se lo tocco. Che devo fare? C'è da aver paura? Grazie.

Può succedere che un angioma, specie se in aree sottoposte a movimenti, come nel suo caso, si metta a sanguinare, ma non è un evento a rischio, quindi tranquillo. Ora vede lo stesso più grande e scuro perchè è infiammato; tenga solo disinfettata la parte per qualche giorno che dovrebbe regredire la flogosi. Se comunque questi sanguinamenti si ripetono nel tempo, potrà farlo asportare. Dott.ssa Anna Di Landro Bg - CentroStudiGised

 

Buongiorno. Ho ... anni e questa mattina mi sono accorta che sul mio seno dx sono apparsi due piccoli angiomi. Possono rappresentare un pericolo? Mi consigliate di sottopormi a visita specialistica? Ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti.

I piccoli angiomi che ha notato sulla pelle sono del tutto benigni, si chiamano Angiomi rubini, e in genere non si trattano se non per problemi estetici. Nel tempo ne potrà formare altri sparsi su tutto il corpo. Dott.ssa Anna Di Landro Bg - CentroStudiGised

 

Egr. dott. mio figlio stamane ha grattato un angioma convinto fosse un foruncolo, questo ha cominciato a sanguinare copiosamente tanto che l'ho portato in farmacia (l'unico posto più vicino) dove mi hanno detto che probabilmente era un angioma, L'angioma è un tumore? Spero di no perchè 8 mesi fa ho perso mio marito a causa di un brutto male. L'angioma in questione e come un foruncolo rosso pieno di sangue. Per farlo togliere è meglio andare dal dermatologo o dal chirurgo?. La ringrazio e spero mi dia una risposta.

Stia tranquilla, potrebbe essere stato un granuloma piogenico, in ogni caso di una "sacca" neoformata ripiena di sangue, dovrebbe essere sufficiente il laser o il diatermocoagulatore del dermatologo. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Salve, sono un ragazzo di ... anni e già dalla nascita su tutto il corpo sono invaso di angiomi, le mie domande sono queste: in estate al contatto con il sole, a quali rischi si và incontro? Posso tatuarmi la pelle, se tocco un angioma è pericoloso? Grazie

Non specifica se per gli angiomi multipli presenti sulla sua superficie corporea ha già fatto accertamenti o no; in genere se ce ne sono più di 2 o 3 è utile escludere angiomi di organi interni tramite ecografie. E' sempre meglio che non vengano eseguiti tatuaggi su aree con angiomi per evitare che il colorante si disperda nei vasi e la fotoesposizione sia naturale che artificiale, lampade UV!, può farli dilatare maggiormente, rendendoli più evidenti. Dott.ssa A. Di Landro BG -CentroStudiGISED

 

Salve dottore ho ... anni, sono incinta di otto mesi. E’ da quando avevo 14 anni che mi sono apparse piccole macchie rosse sul braccio sinistro. Col passare degli anni si sono espanse fino al seno sinistro e dietro la spalla. Fino a poco prima di rimanere incinta si notavano poco adesso sono rosse ed evidenti. Il dermatologo ha detto che si tratta di angiomi multipli del lato sx del dorso. Vorrei sapere se sono pericolosi e se è il caso di approfondire con il doppler per vedere la circolazione! Ho paura che siano le vene del cuore visto che è sx! Forse sono un po’ apprensiva ma è veramente antiestetico! grazie

Penso di poter concordare con quanto detto dal suo dermatologo. Nessuna paura di nessun tipo! Dopo il parto esamini la possibilità della laser terapia. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Mio figlio di ... anni da qualche mese presenta una piccola vescichetta sul labbro inferiore di colore rosso-violaceo. Il dermatologo che l'ha visitato dice che è un angioma e vuole bruciarlo: è la terapia corretta?

Normalmente i piccoli angiomi acquisiti del labbro inferiore si eliminano con interventi di tipo fisico: diatermocoagulazione, crioterapia, laserterapia. Prof. Cleto Veller Fornasa - Centro Studi GISED

 

Buongiorno, mi chiamo (...), ho ... anni, e vorrei porre una domanda all'esperto che gentilmente risponde sul vostro sito. Fin da quando ero piccola ho sul braccio destro una "stranezza". Ho molti piccoli puntini rossi circondati ognuno da un alone chiaro. Da piccola solo metà avambraccio presentava queste macchioline. Ora le macchioline salgono fino alla spalla. A parte aumentare di numero, non han dato mai altri problemi. Non prudono, non sono in rilievo, non sanguinano ... proprio nulla. Andai anni or sono da un dermatologo ma egli non seppe che dirmi, e tanto per buttare li un nome disse che forse si trattava di Lichen aureus. Non sono andata più a fondo nell'indagine, ma la curiosità di sapere cosa ho è tanta. Vi ringrazio e attendo una vostra risposta.

Gentile amica, è probabile che si tratti di piccoli angiomi. Può accertarsene utilizzando una lente d'ingrandimento; appoggiandola a piatto sopra il puntino rosso e poi esercitando una leggera pressione il puntino dovrebbe scomparire, per poi riapparire subito dopo aver ridotto la pressione. La presenza di piccoli angiomi multipli di solito non comporta alcun particolare problema, è utile comunque eseguire una nuova visita dermatologica. Cordiali saluti. dr. Lorenzo Peli - dermatologo - GISED

 

Buongiorno. Le scrivo per sottoporle un problema riguardante il mio fidanzato. Stiamo insieme da 4 anni (lui ne ha ...) e da sempre lui ha nello scroto delle piccole macchie, simili a nei - stesso colore stessa forma -, che abbiamo la netta impressione impressione "vadano e vengano", ossia che spariscano da soli e se ne formino altri in vari punti dello scroto (soprattutto nella zona sottostante il pene) e talvolta cambino dimensione. E' possibile che sia presente una qualche malattia alla pelle? Sarà necessaria una visita dermatologica? Speriamo in una sua risposta. Grazie

Le lesioni descritte non possono essere dei nei, perchè sarebbero persistenti e non si risolverebbero in poco tempo; potrebbe invece trattarsi di angiomi, in questa sede è più facile insorgano angiocheratomi, legati ad una vasodilatazione di vasi sottocutanei che possono risolversi spontaneamente, sono del tutto benigni e non hanno significato di malattia. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED

 

Egregio Dottore, Le invio questa e-mail allo scopo di poter ricevere da Lei una delucidazione su una diagnosi che mi è stata fornita in seguito all'esportazione di un angioma nella regione lombare dx. La frase è la seguente: "Angioma capillare, con acantosi ed ipercheratosi dell'epitelio sovrastante". Premettendo che mi sono fatta un'idea per lo meno generica sul concetto di angioma, la mia richiesta è di potere ricevere una spiegazione sugli altri due termini della frase, ovvero "acantosi" ed "ipercheratosi". Infine, Le sarei immensamente grata se mi potesse far capire se quello che mi è stato rilevato sia una sciocchezza o se invece nasconda qualcosa di più serio e/o magari anche di "grave". La ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità e per la sua risposta. Distinti saluti

I due termini indicano un aumento dello spessore dell'epidermide, lo strato più esterno della pelle, del tutto benigno; ipercheratosi si riferisce all'aumento dello strato corneo, acantosi a quello sottostante. Probabilmente l'angioma, con l'aumento della vascolarizzazione, ha favorito queste alterazioni, del tutto benigne comunque. Cordialità, Dott.ssa Anna Di Landro - GISED


Aggiornato il 28 nov 2016  -  Centro Studi GISED  P.I. 02274270988 | Condizioni d'uso    Privacy    Credits

Torna ai contenuti | Torna al menu
Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email